Figlio picchiato, papà fa da giustiziere
ma aggredisce la persona sbagliata

La festa di San Silvestro al PalaGuerrieri, un'aggressione quella notte diede il là ad un regolamenti dei conti

FABRIANO - E' stato individuato l'uomo che il giorno di Capodanno ha aggredito a Fabriano il proprietario del Kebab di via Milani. Dopo un attento lavoro gli investigatori del commissariato hanno ricostruito quanto successo denunciando tre persone per lesione aggravate.
Il tutto ha avuto inizio nella festa all'interno del PalaGuerrieri dove, a seguito di un diverbio, due cittadini stranieri di 20 anni avevano colpito gravemente un giovane italiano che è finito al pronto soccorso e ha dovuto subire anche un intervento chirurgico. Gli agenti del commissariato di pubblica sicurezza agli ordini del vice questore Michele Morra che stavano vigilando il deflusso delle persone dalla festa hanno bloccato immediatamente i due ventenni che, dai controlli, sono risultati in evidente stato di ebbrezza. Con fatica hanno placato i contendenti mentre sul posto era giunto anche il padre dell'aggredito che meditava vendetta.
Nella stessa occasione è stato aggredito, oltretutto, anche il proprietario del Kebab di via Miliani che ha riportato una prognosi di 30 giorni. Gli agenti hanno correlato i due episodi e sono riusciti a ricostruire il fatto accertando che ad attaccare il gestore era stato proprio il padre del giovane italiano nell'errata convinzione che il titolare avesse partecipato all'aggressione del figlio.

Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio, 05:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA