“LiricoStruiamo” lascia il tour itinerante nelle zone del sisma e torna in scena in streaming con un progetto dedicato alle scuole

Domenica 4 Aprile 2021 di Saverio Spadavecchia
Una passata edizione di LiricoStruiamo

FABRIANO - L’opera di LiricoStruiamo torna in scena in streaming con un progetto dedicato alle scuole. In attesa di tornare nelle zone del sisma del 2016, il progetto della Camerata Musicale del Gentile di Fabriano lancia “LiricoStruiamo opera in streaming”.

 


Dopo le estati passate a bordo di un camion OM Orsetto del 1971 trasformato in palco per portare la lirica tra Marche, Umbria e Lazio, lancia un progetto dedicato alle scuole con un allestimento didattico di lezioni spettacolo in collegamento streaming per entrare nella didattica a distanza. «In attesa dell’estate e di tornare nei luoghi della cultura dell’Italia centrale – spiegano gli organizzatori della Camerata Musicale del Gentile - quindi nel cuore di paesi e città ed a ridosso delle zone rosse del sisma per diffondere e condividere un sentimento di speranza e di rinascita delle comunità insieme all’offerta di un nuovo modello di turismo culturale attraverso una delle espressioni più alte dell’arte, la musica classica e l’opera lirica, il progetto scuole prende forma con un allestimento didattico di lezioni spettacolo in collegamento streaming». 
Si tratta di incontri riservati dedicati e personalizzati all’interno di singole classi virtuali di scuole convenzionate, per affievolire il più possibile la distanza fisica, per entrare in contatto con una compagnia di opera lirica, conoscere le fasi dell’allestimento ed i protagonisti, i loro ruoli. Dunque ascoltare, ma anche interagire con domande e discussioni in relazione con i veri professionisti del settore. Una programmazione diversa e innovativa rispetto alla semplice proiezione o visione di uno spettacolo preregistrato, per creare una atmosfera intima e consona alla relazione diretta, pur nella necessità di essere in collegamento remoto.
Gli appuntamenti dal 7 al 10 aprile con il dittico “Il Segreto di Susanna” di Ermanno Wolf-Ferrari e “Il telefono” di Gian Carlo Menotti, allestimento realizzato nel Teatro del Sentino di Sassoferrato. Gli interpreti: il soprano Ilaria Casai nei ruoli di Susanna e Lucy, il baritono Alberto Crapanzano nei ruoli di Conte Gil e Ben, con la regia di Perluigi Cassano. Maestro collaboratore Eufemia Manfredi, luci di Alessio Bernarducci, scenografia Anna Sbaffi. Solisti della Camerata Musicale del Gentile, direttore Lorenzo Sbaffi. “LiricoStruiamo opera in streaming” gode del sostegno della Regione Marche, assessorato Beni e Attività Culturali, con il patrocinio dei Comuni di Sassoferrato e Ascoli Piceno e molteplici collaborazioni e partnership con enti e associazioni.
Al carattere culturale e solidale del tour estivo si abbina quindi un forte interesse educativo e divulgativo con particolare attenzione per le nuove generazioni, come avvenuto già nel novembre 2019 con l’allestimento del “Don Pasquale” di Donizetti che vide, tra gli altri, la collaborazione e partecipazione degli studenti del Liceo Artistico “Mannucci” di Fabriano. Il mondo della lirica entra nel mondo della pandemia, per cercare di unire e coinvolgere le giovani generazioni che da un anno stanno vivendo la didattica a distanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA