La semplicità che esalta il pesce
con vista mare: i segreti di Babordo

La semplicità che esalta
il pesce con vista mare:
ecco i segreti di Babordo
di Andrea Fraboni
Semplice, familiare e informale. Tavolo, sedie e coperto quasi spartani. I tovaglioli, rigorosamente di carta, non bastano mai. Ma il mare, qui, finisce direttamente nel piatto: per una questione logistica ma anche per la benedizione dell’estro giornaliero di Enrico Cecchini. Quello che passa il mare diventa un menu originale. E poi un rapporto qualità/prezzo che non teme confronti senza contare lo skyline che nelle giornate limpide ti fa vedere Adriatico e costa fino a Senigallia. Tutto questo è il ristorante Babordo, lato nord di Marina Dorica. Certo agli anconetani non togliete Portonovo con il suo mare e le sue cattedrali della ristorazione d’eccellenza, ma per i lupi di mare, per chi veleggia su onde tempestose, Babordo è diventato l’approdo giusto e sempre più frequentato, sia di giorno che di sera.



Una storia di ristorazione
Tutto è partito da nonno Spartaco. Ma è Giorgio Cecchini che inizia questa bella storia di ristorazione tutta anconetana: nel 1958 apre la pizzeria che porta ancora il suo nome in via Astagno, nel piccolo tratto tra i corsi Stamira e Garibaldi. Quindi si comincia e si continua con la pizza e la palla che passa a Enrico, il figlio di Giorgio. Il locale in centro continua a essere un punto di riferimento per gli amanti della buona pizza ma quattro anni fa la svolta: Enrico Cecchini apre Babordo, lato nord di Marina Dorica. Da maggio a ottobre, escluso il mercoledì santificato al riposo, il trionfo del mare. Ma anche della pizza, ottima, ma solo quando calano le tenebre. Babordo, spiegano, «è un francesismo e sta a indicare la fiancata sinistra della nave (guardando verso prua), opposto di tribordo. Di derivazione olandese bakboor, dietro il bordo, perché il timoniere anticamente volgeva le spalle al lato sinistro della nave...».



Squadra affiata e menu vincente
A Babordo (80 coperti sotto il porticato, altri 40 dentro), in cucina vicino a capitan Enrico ci sono Daniela Maria e Chiara, poi la sorella Alessandra, tra cassa e smistamento. Al forno della pizza il cognato di Enrico (il marito di Alessandra), Eugenio, affiancato da Cipri e Michela, la compagna del comandante, che si divide con il locale storico del centro. In sala Gaia e Tiziano, moti perpetui di simpatia e di consigli utili (Andrea e Giovanna solo negli intensi weekend). Dritte indispensabili per chi approda a Babordo. Insomma una ciurma di prima classe. Nel menu base c’è tanto ma ogni giorno si cambia musica secondo quello che regala il mare. Bombetti e raguse in porchetta, cozze e vongole alla Babordo, la classica insalata di mare e delle sublimi alici marinate. Per i primi, tagliatelle con i frutti di mare in ogni possibile soluzione ma anche all’astice o agli scampi, poi ciavattoni o spaghetti con i sughi di giornata che non dimenticano mai pannocchie e tutto il resto che ci regala il mare.



Fuori i secondi
Secondi piatti come da prassi, squisiti sardoncini al forno, spiedini calamari e gamberi, e poi splendide orate/spigole con contorno di patate o zucchine e pomodori. Certo, c’è anche lo stoccafisso. E poi come per i primi: c’è tutto quello che si inventa Enrico ogni giorno dopo aver fatto la spesa. Lasagne, tortellini e ravioli per chi sceglie la carne poi un’ottima e apprezzata lista delle pizze. Dessert e frutta fresca per chiudere un pasto che è sempre intrigante ma può diventare importante, insomma di quelli che lasciano il segno. Per la carta dei vini il minimo sindacale: tra le etichette Sartarelli (Verdicchio Classico), Fiorini (Bianchello tra Campioli e Sant’Ilario), Saladini Pilastri (Pecorino, Passerina e Rosso Piceno). Ottima cucina, buon vino e panorama spettacolare: di meglio non c’è.



Tutti i giorni pranzo e cena il mercoledì resta chiuso
Ristorante pizzeria Babordo,
via Mascino 5, Marina Dorica (lato nord), Ancona.
Telefono: 3337484221. Aperto a pranzo e a cena da maggio a ottobre, chiuso il mercoledì per turno.
https://it-it.facebook.com
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 30 Giugno 2018, 13:39 - Ultimo aggiornamento: 30-06-2018 13:39

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO