Pesaro, motociclista vola nel dirupo: papà Jarno muore sul colpo

Lunedì 21 Ottobre 2019
Pesaro, motociclista vola nel dirupo: papà Jarno muore sul colpo

URBANIA - Perde il controllo della sua potente Ktm 650, si schianta contro il guard rail e mentre la moto rimane sulla strada vola giù nel dirupo finendo tra i cespugli.

Incidente tra auto e moto: morti un uomo e una donna

È morto così Jarno Pazzaglia, 44 anni pesarese papà di due figli minori, lungo la strada Le Capute, nei tornanti vicino a Urbania, intorno alle 18 di domenica. Inutile l’intervento del 118, arrivato con un’ambulanza sul posto poco dopo l’incidente insieme a carabinieri, polizia locale comunitaria e vigili del fuoco, i quali hanno recuperato dalla scarpata il corpo del motociclista pesarese, che è morto sul colpo.

Cingoli, schianto tra auto e moto centauro 60enne finisce a Torrette

Il centauro, per fare ritorno a casa dopo la gita domenicale in sella alla sua Ktm, aveva scelto un tratto della statale 73 bis di Bocca Trabaria e non poteva essere diversamente perché quella arteria chiamata Le Capute è molto amata dai motociclisti che sono attirati da tutte le Marche dal suo fascino con curve da pennellare, oltre a panorami mozzafiato.

Purtroppo, Jarno Pazzaglia è stato tradito da un tornante lungo gli 11 chilometri verso Urbino. Non sono stati coinvolti altri veicoli.

Per Jarno Pazzaglia i motori non erano solo una passione, erano anche una professione. Infatti, faceva il meccanico ed era il titolare a Pesaro della “Jarno officina”, in via Ferraris 52, nel quartiere di Montegranaro, dove eseguiva riparazioni meccaniche e forniva anche servizi di elettrauto e gommista. La sua salma è stata portata all’obitorio dell’ospedale di Urbino a disposizione dell’autorità giudiziaria

© RIPRODUZIONE RISERVATA