Terre Roveresche, dal fosso esce schiuma strana: scatta l’allarme a Schieppe. L'avvistamento vicino al centro di depurazione

Martedì 1 Dicembre 2020 di Roberto Giungi
Il fosso fotografato di mattina con la schiuma

TERRE ROVERESCHE - Sono state inoltrate anche al sindaco e alla polizia locale di Terre Roveresche le foto del fosso ricolmo di una strana schiuma bianca nei pressi del depuratore del centro di macellazione di Schieppe nel Municipio di Orciano.

 

A febbraio dell’anno scorso erano state scattate altre immagini dalle quali si vedono macchie rosse riconducibili alla presenza di sangue. Il cui odore nauseabondo si respirava anche ieri mattina lungo il percorso di quello che dovrebbe essere un torrente ricco di acqua ma solo in certi periodi dell’anno. Con il passare delle ore le tracce rilevate finiscono con l’essere assorbite dal terreno. 

Situazione di allarme, ancora una volta. Da ricollegare ai miasmi sempre nella stessa zona, ripetutamente segnalati e denunciati negli ultimi mesi dai residenti e non solo. Fermo restando il principio che nessuno si schiera contro chi lavora, resta l’urgenza di fare chiarezza. Nelle prossime ore si avrà modo di conoscere, dato importante, il percorso del fossato. Non è difficile capire che anche il più ridotto rigagnolo sul territorio non può che confluire sul Metauro. Un evento da non sottovalutare. Una questione ambientale delicata che merita attenzione. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA