Scritte anti Green pass, imbrattati nella notte a Gabicce e Cattolica due municipi e la chiesa. Fermati dei giovani

Martedì 12 Ottobre 2021 di Gianluca Murgia
La scritta sveglia sulla chiesa di Gabicce

GABICCE MARE Un attacco frontale. Ripetuto. E subdolo. Di notte, per non farsi vedere. Una serie di parole-slogan già viste e lette sui social che finiscono nell’insulto (Sveglia, Venduti, Corrotti, Merde, Bastardi) e poi la fuga. Nel mirino Green pass e vaccinazioni. C’è con ogni probabilità la stessa mano dietro le scritte impresse con lo spray, domenica notte, a distanza di pochi minuti, sulle facciate esterne dei municipi di Gabicce e Cattolica, e sulla chiesa di Gabicce. Identificati dei ragazzi trovati in zona, a Gabicce, poco dopo: le indagini, ora, viaggiano con un confronto continuo tra i due Comuni bersagliati. 

 

 

Stesso colore, stesso stampatello con frettolosi caratteri cubitali. Per Cattolica si tratta di un doloroso bis: il Municipio era già stato imbrattato nella notte tra il 6 e 7 ottobre, gli operai avevano appena finita di verniciarlo. La faccia del sindaco Gennari, ieri, era tutto un programma: «Mi sono sentito davvero ferito da quest’altro atto vandalico, non siamo da soli questa volta e la ferita è doppia. Come ho già detto la scorsa settimana, non è questo il modo di portare avanti le proprie posizioni e idee, ci sono altri modi». Anche il governatore Bonaccini ha stigmatizzato l’accaduto rimarcando il «clima di prevaricazione e provocazione che continua e al quale bisogna rispondere con il massimo dell’unità fra istituzioni, forze politiche e sociali». A Gabicce, nel nuovo municipio-gioiello, le scritte sono state ricoperte ieri mattina dopo essere state scoperte domenica notte, pochi minuti dopo l’accaduto. «Forse sono gli stessi autori di Cattolica - conferma il sindaco di Gabicce Mare, Domenico Pascuzzi -. Le scritte sono state effettuate tra le 22.30 e 22.45. Stesso colore, stessa grafia, Visioneremo le telecamere. Quelle del Comune sono interne ma nel perimetro, intorno, ne abbiamo sia su via Vittoria che su via Repubblica. Il comandante dei carabinieri e la polizia municipale stanno esaminando i filmati. A quell’ora non c’era molto movimento. I carabinieri erano passati 10 minuti prima e non c’era nulla, 15 minuti dopo sì. I carabinieri hanno identificato ragazzi che erano lì in zona subito dopo». Pascuzzi annuncia che sporgerà denuncia contro ignoti e continua: «Un atto ignobile, codardo, deliberato, a un edificio pubblico. Faremo di tutto per trovarli gli autori e finché non accada mai più. Mi ha chiamato l’assessore Olivieri di Cattolica per coordinarci sulle immagini video. I nostri carabinieri, ora, si confronteranno con i loro. Il clima nazionale non aiuta ed esalta questi personaggi. Ci vorrebbe più pacatezza a livello politico nazionale senza esasperare scontri e fazioni, serve più coscienza civile da parte di tutta la casse politica e non solo. Il Green pass in Comune? Noi per fortuna siamo messi bene. Avremo un incontro con i sindacati e aspettiamo indicazioni sullo smartworking ma dal 18 settembre tutto il personale, circa 40 persone, è rientrato in presenza». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA