Tre cassonetti a fuoco nella notte: è caccia ai vandali piromani

Martedì 10 Dicembre 2019
Fano, tre cassonetti a fuoco nella notte: è caccia ai vandali piromani

FANO - A fuoco tre cassonetti di Aset spa nelle notti dello scorso fine settimana. Un episodio, a Carrara, è però considerato accidentale, mentre negli altri due casi si sospetta che la matrice sia dolosa. 
Un dubbio consolidato dal fatto che una delle due isole ecologiche in questione, quella lungo la parte alta di via Cavallotti, era già stata il bersaglio di piromani in libera uscita. Analoghi episodi si ripetono da circa un anno e mezzo a questa parte, in prevalenza al Lido e alla Sassonia, con fiammate che però arrivano a lambire il centro storico. Per la società dei servizi il danno è tutt’altro che irrilevante, il costo di ogni singolo cassonetto si aggira infatti intorno ai 700 euro

LEGGI ANCHE:
Furioso incendio nell'azienda agricola: incenerita paglia per un valore di 50mila euro

Autobus carbonizzati, è caccia ai piromani: «Non abbiamo mai ricevuto minacce»

I vigili del fuoco, provenienti dalla caserma di Pesaro, sono dunque intervenuti in via Cavallotti, dove ieri mattina erano ancora ben visibili gli effetti provocati dal fumo e dal calore delle fiamme, alimentate dagli imballaggi di plastica dentro il cassonetto per la raccolta differenziata: anneriti i due oblò per l’inserimento dei rifiuti che si aprono nel portello di chiusura, a sua volta deformato. 
Coincidenza ha voluto che nella stessa nottata, nella zona di Carrara, si innescasse un principio d’incendio anche dentro a un altro cassonetto, in questo caso per la raccolta del verde. Si presume però che la causa dell’episodio siano stati alcuni tizzoni ancora accesi. Scaricati inavvertitamente insieme con la cenere del camino, hanno trovato abbondante esca in foglie e rami secchi. Venerdì scorso, invece, era stato danneggiato dal fuoco un cassonetto in via Puccini al Lido.

© RIPRODUZIONE RISERVATA