La figlia che studia sente puzza di bruciato: scoppia l'incendio in casa dell'ex sindaco

Giovedì 7 Novembre 2019
La figlia che studia sente puzza di bruciato: scoppia l'incendio in casa dell'ex sindaco

OFFAGNA - Grande spavento ieri a casa dell’ex sindaco di Offagna Stefano Gatto per un principio di incendio. Erano circa le 13 quando la figlia di Gatto ha avvertito un forte odore di bruciato. Era da sola in casa ma ci sono voluti pochi istanti per rendersi conto del fumo che stava provenendo dalla cucina. Spaventata si è subito diretta all’esterno chiamando i pompieri e poi i genitori.

Paura nella notte: auto prende fuoco nel giardino di una casa

Ancona, non solo l'incendio doloso: aggredita a scuola la professoressa vendetta anti spaccio

La casa dell’ex sindaco Gatto si trova al primo piano di una palazzina di via Martin Luther King, zona residenziale poco distante dal cimitero del paese e dalla rotatoria di ingresso al centro storico. Al piano superiore abita l’anziano padre di Gatto, che per fortuna non ha risentito dell’intenso fumo che per oltre mezz’ora è fuori uscito dall’abitazione sottostante. Sul posto sono giunte due squadre dei vigili del fuoco, da Ancona e dal distaccamento di San Sabino. I pompieri hanno sedato il principio di incendio e portato fuori i mobili e le carte che si erano bruciate. Probabilmente la causa è un corto circuito di un deumidificatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA