Pesaro, gli sfottò sfociano in una scazzottata tra ragazzi: un 20enne ci rimette un dente

Lunedì 1 Giugno 2020 di Letizia Francesconi
Pesaro, gli sfottò sfociano in una scazzotata tra ragazzi: un 20enne ci rimette un dente

PESARO - Movida, notte brava, fra alcol e atti di vandalismo sul lungomare di Levante. Non sono bastati gli appelli del sindaco ad evitare assembramenti, né il passaggio continuo delle forze dell’ordine sul lungomare, e neppure l’ordinanza per l’utilizzo obbligatorio delle mascherine nei luoghi di ritrovo. Intorno alle 3, quando i locali erano già quasi tutti chiusi, la volante della polizia è intervenuta sul lungomare Nazario Sauro a Pesaro per una rissa scoppiata tra dei ventenni parte di due comitive di ragazzi: un giovane ci ha rimesso un dente.

LEGGI ANCHE:
Giugno parte col piede giusto: zero positivi al Coronavirus nelle Marche nelle ultime 24 ore/ I test effettuati in tutta Italia in tempo reale

​Da oggi nelle Marche si scarica la app Immuni, tra una settimana si parte: «La privacy sarà garantita»

L’accaduto: prima il ritrovo sull’arenile, dove le telecamere di videosorveglianza dello stabilimento Bagni Iole 27 hanno immortalato decine e decine di giovani, poi risalita la scalinata, la tappa ai due locali di viale Nazario Sauro, fino alle 3 di notte. La rissa è avvenuta nel piazzale all’esterno.
 
Da una prima ricostruzione delle forze dell’ordine ad affrontarsi sono state alcuni giovani facenti parte di due comitive. Tutto è cominciato quando un ventenne, che si era intrattenuto oltre la mezzanotte con la propria compagnia, mentre stava per riprendere la sua bici nelle rastrelliere lungo il marciapiede, con altri due coetanei, è stato avvicinato da alcuni ragazzi di un’altra comitiva. Non sono ben chiari i motivi del litigio degenerato. L’alterco è partito da alcuni sfottò che quest’ultimo gruppo ha rivolto ai tre amici. La situazione è velocemente trascesa e dall’alterco si è venuti alle mani con una scazzottata. All’improvviso il 20enne che andava a riprendersi la bicicletta è stato colpito da un pugno di un ragazzo che l’ha centrato in pieno volto, sferrato con una violenza tale che gli ha fatto perdere un dente: un incisivo superiore. A seguito del gesto l’atmosfera si è surriscaldata e l’aggressore insieme ai suoi amici è scappato. Nel frattempo, prima che la situazione degenerasse ulteriormente qualcuno ha chiamato la polizia e allertato i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che hanno trasportato il 20enne al pronto soccorso del San Salvatore dove è stato medicato e refertato, con una prognosi di 30 giorni. Alla polizia i ragazzi aggrediti, compreso quello colpito con un pugno, hanno detto di non avere idea di chi fossero i loro aggressori e che non li conoscevano ma per tutta la giornata di ieri la polizia ha raccolto testimonianze per arrivare all’identificazione. Gli agenti hanno anche ascoltato i gestori dei locali del lungomare Nazario Sauro ma che hanno dichiarato di non essersi accorti di nulla dopo la chiusura della mezzanotte né di aver avuto sentore che qualcosa non andasse. E’ il secondo fine settimana di seguito che sul lungomare Nazario Sauro accadono episodi legati al raduno di giovanissimi. I gestori degli stabilimenti balneari di quel tratto di lungomare soni esasperati. La scorsa domenica i titolare di Bagni Iole 27 avevano ripreso con un video poi postato sui social lo stato in cui era stata ridotta la concessione dopo i bivacchi notturni dei giovanissimi tra sedie ribaltate, bottiglie di alcolici e lattine di birra vuote sparse dappertutto insieme a rifiuti, cicche, plastica e piccoli danneggiamenti.

Ultimo aggiornamento: 10:59