Pesaro, movida col "bavaglio": mascherina obbligatoria anche questo weekend. E la Prefettura annuncia controlli

Venerdì 5 Giugno 2020
Pesaro, movida col

PESARO - Coronavirus e distanziamento sociale, confermato anche per questo weekend l'obbligo della mascherina nelle zone della movida a rischio assembramenti. La misura era entrata in vigore la settimana scorsa per il Ponte del 2 Giugno ed è stata confermata dopo la riunione della Prefettura. E proprio dalla Prefettura arriva l'annuncio di nuovi controlli, dopo che nello scorso fine settimana ci furono 21 persone multate.  

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, tanti tamponi analizzati e due soli casi di positività / Il contagio nelle regioni in tempo reale

I reparti per malati Covid nelle Marche si svuotano e oggi chiude l'Astronave

L'APPELLO DEL SINDACO
«In accordo con il prefetto è rinnovata l’ordinanza relativa all'obbligo di mascherina nelle aree della movida da oggi (venerdì 5 giugno) a domenica 7 giugno, dopo le ore 18». Lo rende noto il sindaco di Pesaro Matteo Ricci.
 
La misura varrà su lato nord di viale Trieste (da piazzale della Libertà al porto), Baia Flaminia (Campo di Marte e piazza Europa) e Sottomonte (lungo la ciclabile). Oltre a largo Aldo Moro, via Cavour e via Cecchi. «La mascherina obbligatoria sicuramente ha avuto un effetto, perché ha responsabilizzato i giovani», aveva evidenziato Ricci nei giorni scorsi. L’ordinanza viene dunque rinnovata anche per questo weekend. «Ringraziamo le attività per la collaborazione. I dati stanno migliorando ma dobbiamo continuare ad essere cauti. Serve prudenza per potere sperare di avere un’estate quasi normale. Non compromettiamo i risultati ottenuti e teniamo botta», l’appello di Ricci.

LA PREFETTURA: «CONTROLLI ALLA MOVIDA»
Nei comuni costieri saranno presenti presidi fissi delle Forze di polizia presso i luoghi simbolo della movida, integrati da pattuglie che svolgeranno invece un’attività di controllo dinamica con il concorso delle Polizie locali e dei militari delle Forze Armate impiegate nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure”.

Nei Comuni dell’entroterra verrà mantenuto un dispositivo di vigilanza dinamica, che si gioverà del prezioso apporto della specialità del Gruppo Carabinieri Forestale in costante raccordo con i comandi di Polizia municipale delle singole Amministrazioni comunali anche ai fini di una preventiva individuazione delle aree maggiormente esposte al pericolo di assembramenti.

Saranno intensificati i controlli della Polizia Stradale, sulle principali arterie stradali della provincia, con particolare riguardo a quelle che adducono alle aree a forte vocazione turistica.

E’ stata richiamata dal Prefetto, ancora una volta, l’importanza del massimo apporto collaborativo dei cittadini – ricordando, a riguardo, che la violazione delle misure di legge non è priva di conseguenze, ma al contrario è presidiata da specifiche sanzioni – ma anche dei gestori degli esercizi di somministrazione al pubblico, affinchè continuino a prestare il loro essenziale supporto nell’azione di prevenzione del contagio epidemiologico, sensibilizzando i propri clienti allo scrupoloso rispetto delle prescrizioni di legge e non mancando di segnalare alle Autorità competenti ogni eventuale motivo di turbativa.

Ultimo aggiornamento: 15:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA