Allarme rosso nell'ospizio: nove anziani morti: «Positivo al Coronavirus l'80% degli ospiti»

Giovedì 26 Marzo 2020
Fano, allarme rosso nell'ospizio: nove anziani morti: «Positivo al Coronavirus l'80% degli ospiti»

FANO - «Siamo in piena emergenza». Parla Francesco Alessandroni, coordinatore di Familia Nova. Nove anziani deceduti dall’inizio dell’epidemia, altrettanti ricoverati in diversi ospedali marchigiani, «sintomatico circa l’80 per cento dei 48 ospiti ancora in struttura», risultati positivi al tampone numerosi dipendenti. Questo è il quadro attuale nella casa albergo per anziani in via Malvezzi, a Fano.

LEGGI ANCHE:
Pesaro, tragedia Coronavirus: all'obitorio non c'è più spazio, decine di salme in attesa di cremazione

Ancona, due nuovi ospedali Covid-19 per le Marche: uno al Palaindoor e l'altro realizzato in 3 giorni dai cinesi

«Gestiamo l’emergenza del Coronavirus – prosegue Alessandroni – seguendo le linee guida, con tutte le precauzioni e le tutele del caso. I nostri ospiti sono stati collocati in ambienti diversi, a seconda che si tratti di sintomatici oppure asintomatici, di persone che abbiano fatto il tampone o che non lo abbiano fatto. I tamponi effettuati sono stati 21 finora, compresi coloro che sono deceduti: tutti positivi tranne uno. Seguiamo l’evolvere della malattia nelle persone che hanno contratto il virus e al tempo stesso l’organico di Familia Nova è diminuito, perché abbiamo operatori in quarantena. Voglio ringraziare tutto il personale, che sta mettendo il proprio impegno di lavoro davanti alla salute e alla famiglia». Gli uffici della casa albergo per anziani sono in contatto quotidiano con la coordinatrice dell’ambito 6, Roberta Galdenzi, che svolge funzioni sociali e sanitarie all’interno del Coc, il centro operativo comunale. Una situazione in continuo evolvere, che deve fare i conti anche con strutture ospedaliere ormai sature.

© RIPRODUZIONE RISERVATA