Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Nonna Olga uccisa dal Coronavirus pochi giorni prima del suo centesimo compleanno

Nonna Olga uccisa dal Coronavirus pochi giorni pima del suo centesimo compleanno
Nonna Olga uccisa dal Coronavirus pochi giorni pima del suo centesimo compleanno
3 Minuti di Lettura
Martedì 28 Aprile 2020, 19:02 - Ultimo aggiornamento: 29 Aprile, 05:40

MONTEFELCINO - Per i 100 anni di nonna Olga era già organizzata un festa grande con tutti i familiari pronti a tributarle l’omaggio dovuto anche se adeguato ai tempi del Coronavirus. Non c’è stato il tempo. Purtroppo proprio il Covid si è portato via nonna Olga alla vigilia dell’importante traguardo: si è spenta alle 7.30 di ieri gettando nello sconforto tutti coloro che le volevano bene.

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, nuovi casi in crescita a Pesaro, contagi quasi a zero altrove. Calano le persone in isolamento

Coronavirus, altri 4 morti in un giorno nelle Marche, più altri due accertati: il totale sfiora quota 900

Avrebbe tagliato il secolo domani, essendo nata il 30 aprile del 1920 ad Ostra per poi vivere a Sterpeti di Montefelcino. Nonna Olga non c’è più ma l’omaggio, commosso e ancora più profondo è rimasto intatto, con una bella e coinvolgente frase che oggi i nipoti e i familiari rivolgono alla loro amata nonna
 

Ecco il loro saluto a chi li ha sempre voluto bene: «Cara nonna non ti perderemo mai visto che ti abbiamo nel nostro cuore. Ora abbiamo perso i tuoi sorrisi, la tua voce, la tua forza, ma quello che abbiamo imparato da te ciò che ci hai lasciato non lo perderai mai. Sinceramente non sappiamo dove vanno i nonni quando volano via ma quello che è certo è che tu nonna resti nel nostro cuore. Ci manchi già tanto». Nonna Olga dagli inizi degli anni ’60 è vissuta a Sterpeti di Montefelcino, dapprima nella casa cantoniera posta tra Sterpeti e Ponte degli Alberi (in quanto moglie di Carlo Falasconi l’allora cantoniere) e poi dagli anni ’70 nel paesino di Sterpeti dove ha passato il suo tempo curando pollaio, orto e soprattutto il suo giardino. Quest’ultime due attività l’hanno impegnata fino all’età di 90 anni, quando ha deciso di smettere perché vangare e zappare la stancavano troppo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA