Senigallia in lacrime per Enzo. «Era il Vescovo dell'Inter, quante belle trasferte a San Siro e in Europa per la nostra squadra»

Lunedì 27 Aprile 2020
Enzo Carriero

SENIGALLIA - Si è spento il grande cuore nerazzurro di Enzo Carriero. Aveva 82 anni. La sua passione per l’Inter lo aveva reso un personaggio molto noto in città. Originario di Montescaglioso, in provincia di Matera, Enzo Carriero si era trasferito a Milano da giovane per lavorare come agente di commercio. Lì era scoppiata la scintilla con l’Inter. Da allora è sempre stato abbonato alla squadra, che seguiva spesso nelle trasferte. E’ stato socio dell'Inter Club I Templari, uno dei più conosciuti del mondo nerazzurro, e del club cittadino che lo ricorda con affetto. «Ci ricorderemo di Enzo, dei tuoi aneddoti colorati – le parole dell’Inter Club Spiaggia di Velluto di Senigallia, di cui era socio - eri la nostra memoria storica, chi di noi ha avuto il privilegio di conoscerti e parlarti difficilmente si dimenticherà di te. Ricordiamo le tante trasferte in Europa e in Italia al tuo fianco, sempre controcorrente con le tue idee particolari sull'andamento della nostra Inter. Il presidente, il direttivo e tutti i soci si sentono vicini alla moglie Paola, alle figlie e agli adorati nipoti in questo triste momento. «Enzo per noi tifosi nerazzurri era il “Vescovo dell’Inter” – lo ricorda Maurizio Perini, consigliere comunale - perché così lo chiamavamo allo stadio di San Siro quando capeggiava le nostre trasferte e animava la tribuna arancio dietro lo striscione del gruppo “Templari”. Con lui ho condiviso 12 anni di viaggi a Milano a vedere la nostra Inter. Lui alla guida e noi li ad ascoltare le sue storie di tifo e le dritte sulla formazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA