Treia, tenta di rapinare la vicina di casa:
domiciliari col braccialetto elettronico

Mercoledì 7 Novembre 2018

TREIA - Tentò di rapinare l’anziana vicina di casa, fa scena muta davanti al giudice e finisce ai domiciliari con il braccialetto elettronico. Udienza lampo ieri mattina in tribunale a Macerata davanti al giudice per le indagini preliminari Giovanni Maria Manzoni per la trentenne treiese arrestata domenica notte dai carabinieri per tentata rapina e resistenza a pubblico ufficiale. La giovane è entrata in aula insieme alle avvocatesse Francesca Lumachini ed Elisabetta De Santis e, su loro consiglio, si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Il giudice ha quindi convalidato l’arresto e disposto la misura degli arresti domiciliari con l’obbligo di indossare il braccialetto elettronico

© RIPRODUZIONE RISERVATA