Affitti agevolati e sette mesi gratis per chi apre nuovi negozi: così Recanati rilancia il centro storico

Domenica 15 Agosto 2021 di Veronica Bucci
Il vicesindaco di Recanati Mirco Scorcelli


RECANATI - L’amministrazione comunale promuove l’apertura di nuove attività commerciali con contratti di affitto agevolati in 13 locali commerciali inutilizzati o sfitti situati all’interno del centro storico. Per individuare un elenco di operatori interessati all’assegnazione dei locali, l’amministrazione ha emesso un avviso pubblico con relativa domanda da compilare, scaricabile dal sito del Comune.

 

 

«Stiamo lavorando da tempo per la riqualificazione del centro storico con il concorso di idee per la sua valorizzazione – ha dichiarato il sindaco Antonio Bravi –, oggi diamo la possibilità a operatori economici di affittare i locali con importanti agevolazioni per avviare le nuove attività» . 

Le unità immobiliari ad uso commerciale rese disponibili dai proprietari che hanno aderito all’intervento del Comune sono situate tre in via Falleroni (rispettivamente di 48, 35 e 130 metri quadri); tre in corso Persiani (grandi rispettivamente 20, 45 e 278 metri quadri); due in via Cavour (rispettivamente di 46 e 131 metri quadri); due in via Calcagni (ampi rispettivamente 108 e 16 metri quadrati); uno in via XX Settembre di 48 metri quadri e infine due in via Roma (di 30 e 59 metri quadrati.

«Stiamo portando avanti numerose azioni per il rilancio delle attività – ha affermato il vicesindaco Mirco Scorcelli –. Dopo vari incontri con i proprietari, abbiamo realizzato un ulteriore intervento per dare la possibilità a tutti i commercianti di aprire con un comodato d’uso a titolo gratuito per sette mesi. Ci auguriamo che pervengano domande per attività dedicate al turismo, all’artigianato e ai servizi, per ripensare gli spazi pubblici in chiave integrata e consentire il miglioramento della qualità della vita della nostra comunità e una maggiore attrattività nei confronti di visitatori e turisti». Il contratto che verrà stipulato si attuerà, alternativamente, in un comodato d’uso per sette mesi a titolo gratuito o in un contratto di locazione per sei anni prorogabile, con canone scalare in aumento, i cui primi sette mesi a titolo gratuito.

In entrambi i casi il Comune corrisponderà al proprietario del locale un contributo di 1.500 euro per locali con meno di 100 mq. e di 2.000 euro per i locali con superficie superiore. L’assegnatario dovrà avviare l’attività entro il primo dicembre. La domanda, scaricabile sul sito del Comune www.comune.recanati.mc.it, dalle 9 di domani, dovrà pervenire al Comune entro il 10 settembre.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA