Civitanova, rissa in campo: presidente
caccia i colpevoli e ritira la squadra

Venerdì 4 Maggio 2018
CIVITANOVA Academy Civitanovese – Monte San Martino, partita di calcio di Terza categoria tra penultima e terzultima del girone E, era stata sospesa per una rissa a pochi minuti dalla fine del primo tempo. In settimana la decisione del giudice sportivo che ha usato la mano pesante con la squadra di casa: partita persa a tavolino e squalifica per due mesi alla dirigente a Melissa Verdinelli. Ma ancora più pesante, cosa inusuale nel mondo del calcio, la mano del presidente dell’Academy Paolo Squadroni che ha assistito alla scena, il quale ha ritirato la squadra dal torneo e allontanato i tesserati protagonisti dell’episodio. Punizione anche più dura di quanto fatto dalla giustizia sportiva.
Questa la ricostruzione nel referto arbitrale: «Massimo Micucci della Civitanovese attingeva e spintonava il calciatore Marco Brasili del Monte San Martino facendolo collidere con il capo contro il calciatore dell’Academy Giampiero Maurizi procurando ad entrambi ferite lacerocontuse». I due sono finiti al pronto soccorso: solo gonfiore per il locale mentre per Brasili 10 punti di sutura. Ma c’è stato dell’altro. La dirigente addetto all’arbitro dell’Academy, Melissa Verdinelli «schiaffeggiava il calciatore del Monte San Martino Marco Brasili il quale aveva commesso un fallo di reazione ai danni del calciatore dell’Academy Pasquale Coraggio» . La dirigente di casa è stata inibita fino al 30 giugno per gli schiaffi al giocatore avversario «che hanno fatto degenerare la situazione». Cinque giornate di squalifica per Micucci, due per Brasili del Monte San Martino e una per Coraggio. © RIPRODUZIONE RISERVATA