A Civitanova tripudio di applausi e risate per Fiorello, lo showman cita anche le luminarie hot: ​«Ero convinto di trovarle ancora»

Fiorello a Civitanova
Fiorello a Civitanova
di Emanuele Pagnanini
3 Minuti di Lettura
Venerdì 3 Dicembre 2021, 05:40 - Ultimo aggiornamento: 12:03

CIVITANOVA - Fiorello non delude le aspettative e “Presenta Civitanova” (questo il nome dello show) da par suo, con ironia e leggerezza. Uno spettacolo imponente, con una scenografia degna da varietà del sabato sera (che ha condotto sulla Rai per diversi anni), musica dal vivo e tante risate, toccando proprio aspetti locali. E, avendo la città già acceso gli addobbi natalizi, non poteva mancare il riferimento alle luminarie hot di qualche anno fa. 

 

«Sindaco, complimenti per la città - ha detto Fiorello -. L’altra notte ho passeggiato per il porto, stupendo. Ma mi aspettavo di trovare ancora quelle luminarie lì. Le avete tolte? Ma quelle vi portavano sexy turismo. Potevate fare concorrenza all’Olanda». L’interazione con il pubblico è stata la parte che ha caratterizzato la prima delle quattro serate al teatro Rossini (si replica ancora stasera e domani), sin dall’inizio. Lo showman, infatti, è subito sceso in platea vestito come ai tempi del Karaoke: giacca rossa e lunghi capelli raccolti in un codino, con la differenza che stavolta si trattava di una parrucca. «Sindaco dove eravamo? - ha chiesto a Fabrizio Ciarapica seduto in prima fila –. Ah, nella piazza qui di fronte: che serata». Il riferimento è al novembre 1994, quando Fiorello, conduttore della fortunata trasmissione Mediaset riuscì a riempire pizza XX Settembre dove vennero registrate alcune puntate. E poi ha sottolineato un aspetto che, forse, neanche i civitanovesi avevano notato finora. «Ma quanti negozi di parrucchieri avete? Girando di notte per la città ne ho visti tantissimi. Ma cos’è questa mania per i capelli?». Sketch a raffica alternati ad esibizioni canore sempre in stile Fiorello. Trasformati in trap diversi classici della canzone italiana. E non poteva mancare il tributo a Raffaella Carrà e Franco Battiato, accompagnato dalla sua band. Due ore e mezza di show che sono volate via concluse con una standing ovation del pubblico che ha riempito tutti gli 830 posti. E sarà così anche per le serate successive. 
Prima dello spettacolo, Fiorello ha incontrato nei camerini il sindaco Ciarapica e la presidente dell’azienda teatri di Civitanova, Francesca Peretti. Per loro, foto da incorniciare. Come le quattro serate al Rossini. Anche questa sera il teatro aprirà alle 18 per fornire assistenza e informazioni. Ingresso in sala dalle 20 per evitare assembramenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA