Entusiasmo, idee e colori: l'estate del rilancio di Camerino tra musica, storia e itinerari verdi

Martedì 11 Maggio 2021
Entusiasmo, idee e colori: l'estate del rilancio di Camerino tra musica, storia e itinerari verdi

CAMERINO -  Tre mosse per ripartire, puntando sul turismo estivo: musica, natura e cultura. Un mix per tutti i gusti con cui Camerino rinnova la linea sposata lo scorso anno quando, dopo la quarantena, è nato il progetto “Camerino Meraviglia – natura, arte, sapori” e rilancia confermando una serie di appuntamenti per la bella stagione. «Sono stati mesi di lavoro in cui abbiamo ipotizzato diversi progetti che piano, piano stanno prendendo forma», spiega l’assessore alla Cultura Giovanna Sartori, cghe fina alcuni punti fissi del cartellone.

LEGGI ANCHE:

Appello dell'avvocato Zucconi: «Riportiamo a Camerino le tre tele rubate dalle armate di Napoleone»

 

«Intanto - assicura l’assessore - posso confermare con certezza il premio Urbani a fine giugno, concorso internazionale che ha visto nella città ducale alcuni dei più importanti jazzisti del mondo; il Camerino Festival e il Phoenix Festival ad agosto. La musica sarà, dunque, un po’ il filo conduttore, ma non solo, visto che a brevissimo saranno presentate nuove possibilità per chi ama passeggiare in mezzo alle nostre splendide colline e poi, indubbiamente, il centro storico, dopo la riapertura di corso Vittorio Emanuele II tornerà ad ospitare delle iniziative».

Prima di proiettarsi all’estate, però, si guarda all’immediato futuro: «Intanto scaldiamo cuore e mente con La Corsa alla Spada e Palio, la rievocazione storica in programma in questo mese in occasione della festa del Santo Patrono San Venanzio - continua Sartori – Quest’anno la rievocazione compirà 40 anni e non potevamo davvero rinunciarvi. Tradizionalmente eravamo abituati a oltre dieci giorni di festeggiamenti, ma anche quest’anno si svolgerà, purtroppo, in una veste rivisitata a causa delle norme anti Covid che non consentono assembramenti, quindi sarà impossibile far sfilare il corteo storico composto da oltre 300 figuranti – precisa l’assessore –. Ci saranno comunque altre iniziative che saranno presto presentate dall’associazione Corsa alla Spada e dalla presidentessa Stefania Scuri, perché si tratta di un appuntamento immancabile per la città, sempre comunque da svolgere in totale sicurezza».

Proprio in queste ore le vie di Camerino sono tornate a colorarsi dei vessilli dei tre terzieri così come la Basilica di San Venanzio. Anche bei vicoli del centro storico strappati alla zona rossa sono ricomparse i drappi che mancavano dal 2016.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA