Porto San Giorgio, pugno in faccia e mandibola rotta davanti allo chalet: identificato e denunciato un 19enne

Porto San Giorgio, pugno in faccia davanti allo chalet: identificato e denunciato un 19enne
Porto San Giorgio, pugno in faccia davanti allo chalet: identificato e denunciato un 19enne
2 Minuti di Lettura
Sabato 3 Settembre 2022, 16:08

PORTO SAN GIORGIO - Risse e violenze sul lungomare, a mano a mano si delineano i nomi e i volti dei coinvolti. L’ultimo episodio passato al setaccio dagli inquirenti risale al mese di luglio scorso quando un giovane aveva aggredito, per futili motivi, un suo coetaneo, colpendolo con un violento pugno al volto. L’allarme sul lungomare, il ferito era finito all’ospedale. Ora un 18enne originario dell’Abruzzo è stato identificato dai carabinieri e denunciato.

Portonovo, la polizia chiude ristorante: non aveva il piano di sicurezza, chiesta documentazione contrattuale sui 24 dipendenti

Gli accertamenti

Le indagini sono state portate avanti dai carabinieri della stazione di Porto San Giorgio che hanno denunciato il ragazzo, ora residente in città, per il reato di lesioni personali. Nella tarda serata di un giorno nella metà luglio i militari della stazione carabinieri erano stati chiamati per la segnalazione di un’aggressione avvenuta sul lungomare Gramsci, nei pressi di un noto chalet. Sul posto, però, al loro arrivo, non avevano trovato i protagonisti della violenza, salvo poi accertare che la vittima di quell’aggressione, un 19enne originario della provincia di Macerata, era stato soccorso all’ospedale di Fermo dopo aver ricevuto un pugno al volto da un suo coetaneo, nel frattempo irreperibile: gli aveva provocato una frattura della mandibola per una prognosi iniziale di 30 giorni, per la quale era stato necessario anche un trasferimento all’ospedale Torrette.

© RIPRODUZIONE RISERVATA