Fermo, controlli sul pescato
e in un ristorante

Martedì 15 Agosto 2017
Fermo, controlli sul pescato e in un ristorante

FERMO - Blitz del Circomare di Porto San Giorgio con il sequestro di 56 chili di vongole di dubbia provenienza. L’operazione in due fasi, una delle quali nel sud del Fermano, con una multa da 3mila euro.

L’operazione è stata messa a segno nella giornata di ieri dai militari dell’Ufficio circondariale marittimo nel corso delle attività di controllo sulla filiera ittica e in particolare sulla commercializzazione illegale del pescato. Gli uomini in divisa hanno effettuato due sequestri di vongole dei quali uno a carico di ignoti e un altro presso un ristorante sulla costa meridionale della provincia. Durante i controlli sono stati rinvenuti e sequestrati circa 56 chili di vongole prive della documentazione che ne attestasse la tracciabilità e quindi la provenienza: per questa condotta illecita sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di 3mila euro.

Per il prodotto sequestrato (risultato ancora «vivo e vitale», come riferito dalla Guardia costiera), sentito il parere del Servizio veterinario dell’Area vasta 4, è stato disposto ed eseguito il rigetto in mare all’interno delle acque del circondario. Le Capitanerie di porto, dipendenti in maniera diretta dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, svolgono la funzione di polizia in materia di vigilanza e controllo sulle attività di pesca marittima e acquacoltura, nonché sul commercio e sulla somministrazione dei prodotti ittici, con l’obiettivo di garantire la tutela dei consumatori. Tra l’altro proprio nei giorni scorsi c’è stato un avvicendamento alla guida del Circomare sangiorgese, competente lungo le coste del Fermano, con l’arrivo del nuovo comandante, il tenente di vascello Ciro Petrunelli.

Il nuovo comandante è arrivato quindi con la bella stagione ormai nel clou, concentrando quindi subito i suoi sforzi lungo tutta la costa sia per la sicurezza in mare che per il rispetto delle norme sul pescato. Che sono sempre più stringenti a garanzia dei consumatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA