Spaccio di droga in centro, presi altri due pusher: il blitz durante la partita dell'Italia

Martedì 22 Giugno 2021 di Nicola Baldi
Spaccio di droga in centro, presi altri due pusher: il blitz durante la partita dell'Italia

FERMO -  Altra droga in centro e altra operazione dei carabinieri. Il blitz è nato durante un controllo nel pomeriggio di domenica, mentre gran parte delle persone era davanti alla tv per la Nazionale di calcio, di una Mercedes classe C con al volante un 38enne extracomunitario, residente in città, trovato in possesso di alcuni grammi di hashish, e un passeggero, 45 anni, anche lui residente a Fermo, che aveva quasi 12 grammi della stessa sostanza.

 


Subito scattate le perquisizioni nelle case: nel garage di uno dei due trovati due panetti di hashish di 200 grammi, un paio di bustine con 10 grammi di cocaina, oltre a due bilancini di precisione, materiale utilizzato per il confezionamento e 3mila euro in contanti. Ma anche nell’altra abitazione sono spuntati fuori 10 grammi di semi di marijuana. I due sono stati denunciati. L’operazione dopo che i carabinieri avevano notato uno strano andirivieni di giovani in alcuni vicoli del centro storico.

I militari della stazione, guidati luogotenente Andrea Giannessi, e quelli del Norm, coordinati dal sottotenente Oskar Luciani, hanno iniziato a controllare con più attenzione alcune vie del centro storico per osservare i movimenti di alcune persone sospettate di essere fornitori di stupefacenti a giovanissimi del luogo. Il controllo della Mercedes è scattato intorno alle 19.30. Il conducente, tra l’altro, guidava l’auto benché, alcuni mesi fa, gli fosse stata già sospesa la patente di guida. Per lui, quindi, anche la multa con il successivo fermo amministrativo del veicolo.


A suo carico attivato il procedimento per la revoca definitiva della patente di guida. Dalle prime indagini i carabinieri ritengono che i due pusher siano i fornitori di alcuni giovani residenti in città. Avendo registrato, negli ultimi periodi, un incremento del consumo di droghe leggere e pesanti, specie da parte di giovani e giovanissimi, i militari promettono ulteriori controlli. Nei giorni scorsi c’era stato l’arresto del giovane di 28 anni che arrotondava il reddito di cittadinanza con lo spaccio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA