Intrappolata nel sottopasso completamente allagato: salvata dalla polizia allertata da un passante

Intrappolata nel sottopasso completamente allagato: salvata dalla polizia allertata da un passante
di Pierpaolo Pierleoni
3 Minuti di Lettura
Sabato 12 Dicembre 2020, 04:00

FERMO - Ancora una volta i violenti temporali hanno messo in ginocchio la viabilità dei Comuni costieri. Se l’è vista brutta, in particolare, una donna rimasta intrappolata nella sua auto, mentre cercava di superare, a Lido San Tommaso, il sottopasso ferroviario di via La Malfa.

Attimi di terrore per l’automobilista, che si è avventura in un punto completamente allagato, fino a restare bloccata nell’abitacolo, con l’acqua che aveva raggiunto il livello dei finestrini. Provvidenziale l’intervento di una volante della Questura, che stava transitando in zona. La sala operativa, allertata da una persona di passaggio, ha subito mobilitato la pattuglia, sopraggiunta nel giro di pochi minuti.

L’aiuto

I poliziotti si sono portati a piedi fino al punto in cui l’auto era ferma. Con l’acqua all’altezza della vita, sono arrivati all’abitacolo, prelevando la signora per poi portarla in salvo in braccio in un punto asciutto. A completare l’opera l’arrivo di una seconda volante della Questura, che ha coadiuvato i colleghi per completare l’attività di soccorso. Alla conducente sono stati prestati anche i soccorsi del 118, con l’ambulanza intervenuta per curarla. Inevitabile la chiusura della strada d’accesso al sottopasso, visto l’evidente pericolo in cui potevano imbattersi altri mezzi in transito. L’auto è rimasta a lungo bloccata nel punto più profondo del sottopassaggio, fino all’arrivo di un autocarro del soccorso stradale, che l’ha trainata fuori. I danni per il veicolo sono molto seri.

I pericoli

Dalla Questura di Fermo si rimarca l’importante gesto della donna che ha chiamato i soccorsi, aiutando le forze dell’ordine ad evitare un grave pericolo. «La cittadina, con coscienza ed elevato senso civico, ha effettuato la segnalazione di pericolo consentendo agli operatori il positivo intervento di soccorso». Il lieto fine grazie non fa passare comunque in secondo piano i profondi disagi, ormai abituali, che si ripetono con puntualità quando arrivano abbondanti precipitazioni, specie se concentrate in un breve lasso di tempo. Su tutti i Comuni costieri le piogge torrenziali, ormai da qualche anno anche piuttosto frequenti, spezzano le città tra est ed ovest della ferrovia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA