La droga anche nel biglietto di auguri: decisivo l’utilizzo dei cani Fancy e Grant

Martedì 24 Maggio 2022 di Pierpaolo Pierleoni
La droga anche nel biglietto di auguri: decisivo l utilizzo dei cani Fancy e Grant

FERMO  - Poco più di un chilogrammo di droga sequestrata, insieme a 7.180 euro, proventi di spaccio, a fronte di 1514 e 1145 veicoli controllati nell’ultimo bimestre. Questi i numeri dell’attività messa in campo dal comando provinciale della Guardia di finanza di Fermo, per stroncare il traffico di stupefacenti, dalla costa all’entroterra.

 


Varie le tipologie di sostanze scoperte e prelevate: marijuana, hashish, cocaina ed eroina. Spesso la droga è stata scovata all’interno di vetture, nonostante fosse stata accuratamente nascosta, oppure in casa, tra gli effetti personali, o ancora abbandonata precipitosamente in strada per eludere i controlli in corso. In un’occasione, i militari hanno persino trovato stupefacenti dentro un biglietto di auguri proveniente dall’estero ed indirizzato ad un residente in provincia. Complessivamente, i sequestri messi in atto hanno consentito di recuperare materiali per un valore di mercato stimato complessivamente in 27.000 euro. 


Cinque le persone denunciate, tutte italiane, una delle quali arrestata in flagranza di reato, con le accuse di produzione, detenzione e spaccio. Altri 19 soggetti sono stati segnalati alle competenti Prefetture ai sensi del Testo unico delle leggi in materia di stupefacenti, che prevede sanzioni amministrative come la sospensione della patente o eventualmente del permesso di soggiorno fino ad un anno. Un lavoro minuzioso e costante, quello delle Fiamme gialle, che possono contare sul fiuto infallibile di Fancy e Grant, le due unità cinofile adoperate abitualmente nel corso dei controlli. I due pastori tedeschi, entrambi di cinque anni, sono stati arruolati come cani finanzieri dopo uno specifico addestramento e in più occasioni si sono rivelati determinanti.


I quattrozampe, prima di entrare in servizio effettivo al fianco delle forze dell’ordine, svolgono un periodo di formazione al Centro di allevamento e addestramento della Guardia di finanza che si trova a Castiglione del Lago, nel Perugino. In quella sede avviene la preparazione dei cani, in base alle loro peculiarità, poi si procede all’assegnazione ad un finanziere, col quale si forma un binomio inscindibile. Uomo e animale operano in simbiosi e sovente, la storia recente ne dà svariate dimostrazioni, riescono ad assestare duri colpi alle attività illecite.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA