Ragazzo azzannato a Lido Tre Archi, i tre Rottweiler giravano liberi: caccia al proprietario

Ragazzo azzannato a Lido Tre Archi, i tre Rottweiler giravano liberi: caccia al proprietario
Ragazzo azzannato a Lido Tre Archi, i tre Rottweiler giravano liberi: caccia al proprietario
di Sonia Amaolo
2 Minuti di Lettura
Martedì 3 Gennaio 2023, 07:48 - Ultimo aggiornamento: 4 Gennaio, 07:44

FERMO - Ragazzo azzannato dai Rottweiler a Lido Tre Archi, dalle indagini dei carabinieri emerge che non erano due ma tre gli animali di grossa taglia che hanno ferito il giovane ricoverato all’ospedale di Fermo. Procedono i militari della Compagnia di Fermo che dovranno fare luce sulla vicenda.

Botti inesplosi, allarme per i bambini nel Fermano: le famiglie segnalano i rischi e la polizia li sequestra

Intanto spuntano nuovi particolari, la persona aggredita è un giovane di 20 anni e non è il proprietario degli animali. Sono in corso gli accertamenti per stabilire l’esatta dinamica ma il dato più preoccupante è che emerge, per il momento, che i tre Rottweiler erano in giro liberi, senza padrone. Il ventenne, azzannato sotto il portico di un palazzo in via Tobagi, ieri è stato dimesso dall’ospedale. E’ rimasto ferito sugli avambracci mentre tentava di difendersi dagli attacchi. Bisognerà chiarire di chi sono quei cani. Spesso i residenti si lamentano per questi molossi in giro da soli, senza guinzaglio e senza controllo.
L’orario
L’aggressione si era verificata poco dopo le 14 e ricorda il più grave fatto accaduto a Natale a Modena, la donna sbranata dai suoi Rottweiler. L’Arma sta lavorando con il supporto del Servizio veterinario competente. Il proprietario dei cani è sempre responsabile ed è tenuto a risarcire la vittima, il reato di lesioni personali colpose è disciplinato dall’articolo 590 del codice penale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA