Con la moto si schianta contro un’auto: ragazzo di 28 anni portato all'ospedale di Torrette

Con la moto si schianta contro un auto: ragazzo di 28 anni portato all'ospedale di Torrette
Con la moto si schianta contro un’auto: ragazzo di 28 anni portato all'ospedale di Torrette
3 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Giugno 2022, 01:55

SAN BENEDETTO  - Sono stati numerosi gli incidenti avvenuti, nella notte tra sabato e domenica, tra la Riviera e l’entroterra. Il più grave è stato quello avvenuto nella prima parte della serata di sabato, intorno alle 23, in via Gabrielli, lungo la Statale 16 nel quartiere di Ragnola a San Benedetto. Per motivi al vaglio dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, si sono infatti scontrate un’auto e una moto. 


Grave il giovane 
Ad avere la peggio è stato il motociclista, L.D.A. di 28 anni, che è stato soccorso dal personale sanitario del 118 arrivato a bordo di un’ambulanza ed è stato trasportato in ospedale, prima al Madonna del Soccorso e poi, con un’ambulanza, al Torrette di Ancona. Inizialmente era stato allertato l’elicottero che però era impegnato per altri soccorsi, così si è optato per il trasporto, a bordo di un mezzo su ruote, al Trauma Center dell’ospedale regionale. La prognosi è di parecchi giorni.

Nella notte è invece avvenuto un altro incidente intorno alle quattro del mattino, a poca distanza dal lungomare di San Benedetto. E’ accaduto in via Sgambati e ha visto una Mercedes Classe A condotta da una donna, finire fuori controllo e terminare la propria corsa sullo spartitraffico che si trova all’intersezione tra via Sgambati e via Tedeschi. Sul posto sono intervenuti sia i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile che i sanitari del 118 arrivati sul posto a bordo di un’ambulanza. La donna, che fortunatamente non avrebbe riportato gravi conseguenze, è stata trasportata in ospedale per le medicazioni e gli accertamenti del caso. Le cose sembrano essere filate lisce, invece, sotto il profilo della cosiddetta movida molesta. Né le forze dell’ordine nè il 118 hanno dovuto rispondere a chiamate per interventi legati all’abuso di acol, risse eventi simili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA