Videosorveglienza al molo per proteggere le opere d'arte dai raid dei teppisti

Un'opera d'arte al molo sud
Un'opera d'arte al molo sud
di Marco Braccetti
3 Minuti di Lettura
Lunedì 21 Febbraio 2022, 09:45

SAN BENEDETTO - Presto la passeggiata del Molo Sud s’arricchirà di nuove opere d’arte mentre s’attende la realizzazione del sistema di videosorveglianza, utile a frenare l’azione dei vandali. Ecco il doppio binario su cui viaggia il “Mam”: museo d’arte sul mare.

 
L’intuito
Una galleria affacciata sull’Adriatico, resa possibile grazie all’intuito dell’architetto Piernicola Cocchiaro: “papà” del Festival dell’Arte sul Mare. Nata nel 1996 come “Scultura Viva”, la kermesse ha portato in Riviera artisti provenienti da tutto il mondo. Anche grazie a ciò, Cocchiaro è stato recentemente insignito della civica benemerenza Gran Pavese Rossoblù. Proprio durante la cerimonia di consegna di quel premio, l’architetto ha “strappato” al sindaco Antonio Spazzafumo la promessa che la nuova amministrazione comunale farà tutto quanto è in suo potere per valorizzare (e tutelare) il patrimonio artistico custodito al Molo Sud. Dunque pure la realizzazione di un sistema di controllo che scoraggi i teppisti, troppo spesso liberi di scagliarsi contro sculture e pitture lasciate letteralmente incustodite.


Il festival
Nell’attesa, come accennato all’inizio, si è conclusa la prima fase dell’organizzazione del Festival dell’Arte sul Mare 2022. La rassegna si terrà a giugno (esattamente dal 4 all’11) e sarà composta dalle tre sezioni: “Scultura Viva”, “Pittura Viva” e “Mostre e Conferenze”. Inoltre, viene prevista pure una sezione speciale che vedrà la partecipazione dei bambini del laboratorio creativo del Museo del Mare di San Benedetto, che realizzeranno un piccolo murale. A “Scultura Viva” parteciperanno le scultrici Simona De Lorenzo, Selene Frosini, Verena Mayer-Tasch, Beatrice Caponetto, Valeria Vitulli e gli scultori Francesco Mazzotta e Mario Tapia. Oltre a questi artisti, al Festival parteciperà, come sempre, anche lo scultore locale Giuseppe Straccia: autore, tra l’altro, del celebre Presepe Subacqueo, recentemente valorizzato dall’amministrazione Spazzafumo, con una nuova cartellonistica. L’opera s’arricchirà di un nuovo personaggio. A “Pittura Viva”, invece, parteciperanno la pittrice Marisa Korzeniecki, il pittore Vincenzo Lopardo e il muralista Davide Tolasi. I primi due parteciperanno anche alla sezione “Mostre e Conferenze” tenendo una mostra delle loro opere alla Palazzina Azzurra dal 4 al 26 giugno.


La serata jazz
In aggiunta alle opere pittoriche e scultoree, torna anche quest’anno la rinomata “Serata Jazz”. Salvo malaugurati, imprevisti, nuovi peggioramenti sul fronte pandemico, l’evento musicale tornerà nella sua classica cornice. Non più la Palazzina Azzurra, ma il Molo Sud. Protagonista sempre il quartetto jazz di Giacinto Cistola. «Come sempre - sottolinea Cocchiaro - anche questa 26esima edizione del Festival dell’Arte sul Mare sarà realizzata con il contributo dell’amministrazione comunale ed avrà come sponsor storici la ditta Elettropneumatica e l’AssoAlbergatori “Riviera delle Palme”, che presteranno ancora una volta gratuitamente i loro servizi ed altri sponsor che sono la Fondazione Carisap di Ascoli Piceno, la GLS corriere espresso, la Morganti Service e la Tuttocolori».

© RIPRODUZIONE RISERVATA