Illuminazione, caos scooter e autostello: i quartieri fanno i conti con le magagne. Altre riunioni nel fine settimana

L ex Autostello dell Aci nel quartiere Salaria
L’ex Autostello dell’Aci nel quartiere Salaria
di Marco Braccetti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 29 Aprile 2022, 07:40

SAN BENEDETTO - Caos scooter in zona Albula Centro, più illuminazione al Ponterotto e, nell’area Salaria, necessità di una riqualificazione per l’ex autostello Aci. Pillole dalle ben tre assemblee di quartiere svoltesi mercoledì. Gli incontri erano convocati, in primis, per organizzare il voto che (a giugno) dovrebbe rinnovare tutti i 16 Comitati di quartiere. Il condizionale è d’obbligo visto che, ad esempio, il Ponterotto sta avendo difficoltà nel reperire i candidati e potrebbe rimanere senza Comitato, ma c’è tempo fino a metà maggio.


Passando al quartiere Salaria: il presidente uscente Marco Laudi si ricandiderà, ma non potrà più ricoprire la carica di presidente, avendo svolto i due mandati. «In questi anni, con il mio direttivo abbiamo lavorato su più fronti. Mi piace ricordare l’attivazione dello Sportello Amico e la suddivisione del quartiere in sei zone, dove sviluppare delle riunioni tematiche - sottolinea Laudi -. Il futuro direttivo avrà in agenda varie questioni, come ad esempio l’ex Autostello dell’Aci: oggi un rudere abbandonato lungo la Statale 16. Ci sarebbe piaciuto incontrare i proprietari dell’immobile, per discutere della questione. La precedente amministrazione comunale poteva svolgere un ruolo di mediazione che, però, non ha avuto interesse di svolgere». 


Anche al Ponterotto si registrano problemi annosi, come la mancanza di un camminamento pedonale sul ponte di via della Resistenza: «Un problema di sicurezza che l’attuale amministrazione parrebbe propensa a risolvere nell’arco del suo mandato - dice il presidente uscente Roberto Angelini, intenzionato a non ripresentarsi -. Mentre, più a breve, dovrebbe arrivare un potenziamento dell’illuminazione sia dello spiazzo sopra la Caritas che in zona Colle Franchino». 


Ad Albula Centro, il direttivo uscente fa così il punto dell’assemblea: «Il focus è caduto sulle difficoltà dì parcheggio, sulla movida molesta, su come migliorare la segnaletica in zona Albula e sulla necessità di spostare gli scooter da piazza Pazienza». Soprattutto nei fine settimana, effettivamente, in quella zona si crea un autentico caos per il viavai dei mezzi a due ruote, ma affrontare questo nodo non sarà facile per il Comune: dove spostare tutti quegli stalli di sosta? 


Le assemblee non sono finite qui. Oggi, sempre alle ore 21, si riuniscono i residenti di San Filippo Neri e di Marina di Sotto, entrambi nei locali parrocchiali. Il presidente di Marina di Sotto, Alfredo Isopi, fa sapere che la discussione verterà anche sullo sblocco dei lavori per la zona San Pio X, recentemente annunciato dal sindaco Antonio Spazzafumo. Domani, altri due incontri. Alle ore 17, sarà la volta di Mare ed Europa. Il primo quartiere, si riunirà nel Giardino dei Colori di via Mare; il secondo, nell’area del Centro giovani di via Tedeschi. Prossima settimana (lunedì 2 maggio) sarà poi la volta di Santa Lucia, con i residenti convocati per le ore 21, nella sede di via Santa Maria Goretti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA