Il Comune investe un milione: otto alloggi nell’antico palazzo. Approvato il progetto di recupero del fabbricato “Fondazione Costante Maria”

Lunedì 3 Gennaio 2022 di Luigina Pezzoli
Il Comune investe un miliardo: otto alloggi nell antico palazzo. Approvato il progetto di recupero del fabbricato Fondazione Costante Maria

GROTTAMMARE  - Approvato il progetto di recupero del fabbricato “Fondazione Costante Maria” nel centro storico di Grottammare, risalente alla metà dell’800. Saranno realizzati otto alloggi di edilizia residenziale pubblica, due in ognuno dei quattro piani, mentre al piano sottostrada verrà ricavato un archivio che sarà poi messo a disposizione degli uffici comunali. L’importo complessivo dei lavori è pari a 911.400 euro. 

 


«L’obiettivo è recuperare questo edificio storico con una precisa funzione sociale, ovvero realizzando alcuni appartamenti che possano lenire il disagio abitativo» esordisce il sindaco di Grottammare Enrico Piergallini. «Ad oggi le risorse che abbiamo a disposizione – precisa il primo cittadino -, e che sono frutto di un finanziamento regionale, il Contratto di Quartiere II, con il quale il Comune ha sia acquistato l’immobile dall’istituzione “Povera Costante Maria” sia delle risorse per iniziare la riqualificazione, ci consentono di recuperare tutto l’esterno dell’edificio, il grezzo dell’interno e puntiamo a recuperare quanto meno i primi due piani, e dunque rendere disponibili quattro degli otto appartamenti. Per poter completare l’opera bisognerà intercettare ulteriori finanziamenti dedicati proprio all’edilizia residenziale pubblica». 

In particolare nel quadro economico del progetto esecutivo, così come riportato nella delibera di giunta, attualmente la somma a disposizione è pari a 184.600 euro. L’immobile di proprietà della “Fondazione Costante Maria”, che si trova in via Sant’Agostino numero 35, è stato acquistato dal Comune di Grottammare nel 2010. Prima di allora l’edificio storico ospitava l’Istituzione “Povera Costante Maria per la scuola delle fanciulle”. «L’immobile attualmente è chiuso e messo in sicurezza – spiega il sindaco di Grottammare – Molti anni fa era stato acquisito, attraverso un esproprio bonario, dall’Istituzione “Povera Costante Maria”. L’edificio, essendo storico, verrà recuperato con un atteggiamento estremamente conservativo. All’interno sarà dotato di un ascensore per rendere agile l’accesso anche ai piani più alti».

Infatti il progetto che verrà attuato di miglioramento sismico, consisterà nella sostituzione della copertura attuale mantenendo inalterate la forma, la dimensione e il materiale, anche nel completamento di alcuni maschi murari e nel ripristino degli incroci tra gli stessi, fondamentali a garantire il corretto comportamento scatolare dell’edificio nel suo complesso, in modo da restituire la piena funzionalità e sicurezza all’intero fabbricato. 

Nel contempo le scelte progettuali e dei materiali utilizzati, che verranno attuate in quest’opera di recupero del fabbricato “Fondazione Costante Maria”, terranno conto delle particolari caratteristiche storico e architettoniche in maniera tale da mantenere nella sua globalità la conformazione attuale di tutto l’apparecchio murario esterno in laterizio, che compone la morfologia dei prospetti, nonché le strutture murarie interne principali. Inoltre, per completezza, la progettazione relativa agli impianti elettrici ed idro-termo-sanitari che verranno completamente sostituiti al fine di adeguarli alle normative di settore, terrà conto in maniera particolare al contenimento dei consumi energetici.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA