Ballarin, la svolta. Ecco i fondi: dal Pnrr 2 milioni e 440mila euro per il progetto di rigenerazione urbana

Domenica 2 Gennaio 2022 di Alessandra Clementi
Ballarin, la svolta. Ecco i fondi: dal Pnrr 2 milioni e 440mila euro per il progetto di rigenerazione urbana

SAN BENEDETTO -  Era atteso per Natale, ma è arrivato a Capodanno. Si tratta del finanziamento di 2 milioni e 440mila euro proveniente dal Pnrr, destinato al Ballarin per il progetto di rigenerazione urbana. Fondo che sarà messo a disposizione per la riqualificazione dell’ex stadio e che mette un sigillo su un iter iniziato con l’amministrazione Piunti e portato a termine dalla giunta Spazzafumo.

 


La notizia dell’arrivo dei fondi e del decreto emesso a Roma a favore della Riviera è stata discussa nella giunta di fine anno svoltasi venerdì. Lo scorso giugno era stato presentato il progetto al fine di concorrere all’assegnazione di fondi per la rigenerazione urbana. Poi il mese scorso l’assessore al bilancio Domenico Pellei affrontò una trasferta romana che sembra sia stata determinante per sbloccare il contributo. Il decreto fissa anche delle tappe vincolanti ai fini del finanziamento: entro il 30 settembre 2023 dovranno essere affidati i lavori, entro il 31 marzo 2024 occorre realizzare il 30% dell’opera ed entro il 2026 concludere i lavori. 


Il progetto proposto dall’ex amministrazione Piunti prevedeva la realizzazione di un parco urbano, un percorso della memoria dedicato ai fasti e alla tragedia del Ballarin, demolizione della gradinata sud che venne colpita dall’incendio del 1981 e di quella nord dove verrebbero realizzati sia gli spogliatoi che una sala riunioni. Ma questo elaborato sarà vincolante? No. Da quanto spiegato al Ministero, tale progetto serviva ai fini della richiesta di fondi, l’unica condizione imposta è che tali risorse vengano destinate solo ed esclusivamente per il Ballarin, ma ogni progetto potrebbe andare bene. Una specifica che è stata determinante visto che da settimane si sta ragionando sull’elaborato “Ballarin una porta sul mare” promosso da Fabrizio Marcozzi e dal suo comitato.


«Intendo ringraziare gli uffici – afferma l’ex assessore ai lavori pubblici Pierluigi Tassotti – che la scorsa estate hanno dovuto lavorare con tempi moto stretti per riuscire a presentare il progetto e concorrere all’assegnazione dei fondi. Ci abbiamo creduto e siamo stati premiati. Senza dimenticare che a questi 2.440.000 euro si vanno ad aggiungere i 450mila messi a disposizione dalla Fondazione Carisap». Parole con le quali Tassotti rivendica la paternità di questo finanziamento e alle quali replica l’attuale assessore al bilancio Domenico Pellei: «Le risorse elargite avrebbero potuto essere di gran lunga superiori visto che l’ex amministrazione avrebbe potuto chiedere fino a 5milioni di euro e non lo ha fatto. La mia trasferta è stata decisiva anche se oggi quello che conta è continuare a lavorare in questa direzione e non intestarsi un finanziamento. Inoltre ai sensi dell’articolo 136 della Legge nazionale di Bilancio 2022 possiamo chiedere il restante contributo pari alla differenza tra quello assegnato (2, 440 milioni) e quello disponibile (5 milioni)».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA