In lacrime per Montesi l’imprenditore edile con la passione per lo sci si è spento a 62 anni

Martedì 11 Febbraio 2020
In lacrime per Montesi l’imprenditore edile con la passione per lo sci

SENIGALLIA - Dopo una lunga malattia è morto l’imprenditore edile Mauro Montesi. Aveva 62 anni. Molto conosciuto nella frazione di Vallone, dove viveva, e a Senigallia dove ha svolto numerosi lavori e dove era solito coltivare i suoi hobby. Grande lavoratore, sempre disponibile ad aiutare chi ne aveva bisogno. Era un grande appassionato di sci, socio dello Sci Club Senigallia, Amava anche il mare. Frequentava quotidianamente il porto di Senigallia. Era stato inoltre membro del consiglio direttivo del Circolo Arci Vallone. Lascia la moglie Fabrizia, le figlie Elisa ed Erica, i generi Alessandro e Luca ed i nipoti Lorenzo e Nora. La camera ardente è allestita presso la casa funeraria di Borgo Bicchia e i funerali si terranno nella chiesa di Vallone oggi alle 14. A dare la notizia ai numerosi soci dello Sci Club senigalliese è stato ieri il presidente.

LEGGI ANCHE:

Finta primavera inganna le piante: dalla mimosa alle pesche, boom di fioriture precoci

«Buongiorno amici – le parole di Gabriele Gemignani - purtroppo oggi, oltre al buongiorno, devo darvi una triste notizia. Triste soprattutto per chi ha avuto modo di conoscere il nostro socio ed amico Mauro Montesi che già ci mancava da quando purtroppo si è ammalato. I ricordi dei bellissimi momenti passati insieme a lui, ed alle sue adorate figlie, non si cancelleranno mai nella mente e nel cuore di tutti noi. Condoglianze ai suoi cari da parte di tutta la grande famiglia dello Sci Club Senigallia». La notizia della sua scomparsa ha rattristato tutti in città, non solo a Vallone dove lo ricordano con grande affetto.

«Le mie più sentite condoglianze, a nome di tutto il consiglio direttivo del Circolo Arci Vallone, alla famiglia di Mauro Montesi – dichiara il presidente Marco Pettinari -. Mauro, prima di essere stato un consigliere di questa associazione è stato un amico della comunità vallonese. Tutti noi ricordiamo la sua grande disponibilità e la sua partecipazione alle attività del Circolo, anche in questo ultimo periodo della sua vita nel quale ci faceva sempre grande piacere vederlo con sua moglie Fabrizia in mezzo ai compagni di sempre». Da tempo lottava contro una malattia che non gli ha lasciato scampo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA