Blitz notturno al megastore della banda del buco: prima il doppio foro, poi il furto di grattini e sigarette

Giovedì 29 Aprile 2021 di Giacomo Quattrini
Blitz notturno al megastore della banda del buco: prima il doppio foro, poi il furto in tabaccheria di grattini e sigarette

OSIMO -  Sono entrati in azione come se dovessero svaligiare un caveau di una banca, sfondando il muro in due distinte pareti prima di arrivare al bottino. Solo che da svaligiare non c’era il bunker di una banca con centinaia di migliaia di euro, ma sigarette e gratta e vinci di una tabaccheria della periferia sud di Osimo. Ha destato scalpore negli inquirenti il modus operandi della banda di ladri che la notte tra martedì e ieri ha preso di mira la tabaccheria Tra Le Righe di Maria Carletti al piano terra del centro commerciale di via Einaudi, il primo che venne aperto a Osimo. 

LEGGI ANCHE:

I carabinieri bloccano rave party alle Cesane: 40 identificati da tutte le Marche, Romagna e Lombardia

 


Per aprirsi il varco non hanno usato un ariete per sfondare la vetrata d’ingresso. Hanno deciso per una tecnica molto più complessa ma che li ha messi al riparo dalle telecamere di videosorveglianza, che si trovano lungo via Einaudi e che riprendono frontalmente il centro commerciale. Hanno forzato una finestra laterale della rosticceria L’Angolo dei Sapori, che è il primo negozio a sinistra nel piano terra dello storico immobile arancione che caratterizza il quartiere della Sacra Famiglia.

Dopo aver rubato poche centinaia di euro del fondo cassa, sono entrati nel bagno della rosticceria e da qui hanno creato un buco di circa un metro di diametro a 20-30 centimetri da terra. Abbastanza grande da consentire ad una persona adulta di poterci entrare. Così dalla rosticceria si sono ritrovati nel negozio di pescheria adiacente, che si chiama Portonovo Pesca. E come nella prima tappa, i ladri anche qui hanno arraffato quel poco che c’era nel fondo cassa aprendo poi un secondo varco nella parete, sfondando un muro nella stessa maniera per accedere al terzo locale al piano terra, la tabaccheria Le Tre Righe. Qui sono riusciti a fare il colpo maggiore: circa 500 euro dal fondo cassa e almeno 12-14mila euro tra valori bollati, gratta e vinci, sigarette e portachiavi di pregio. «Hanno svuotato tutti gli scaffali dove c’erano prodotti e merce di valore, circa 15mila euro» ha riferito sconfortata ieri pomeriggio la figlia della titolare. 


«Da noi è la prima volta che succede una cosa del genere, con due muri sfondati pur di entrare, in precedenza nel centro commerciale c’erano stati piccoli furti, mai in questo modo», ha commentato ancora la ragazza, che era andata ad aiutare la madre a sistemare la tabaccheria per riaprire l’attività. Secondo una prima ricostruzione, il blitz sarebbe avvenuto prima delle 3 di notte, visto che a quell’ora al centro commerciale è arrivato il negoziante di frutta e verdura, che non ha sentito alcun rumore di pareti perforate e scaffali svaligiati. Nessuno dei locali violati dai ladri era provvisto di sistema d’antifurto, a rendersi conto del furto è stato il titolare della rosticceria al momento dell’apertura alle 5,30. I carabinieri e il Norm di Osimo hanno svolto i rilievi constatando che nella tabaccheria le telecamere interne erano state tutte manomesse dai ladri e questo, assieme alla tecnica usata per entrare, fa pensare che la banda fosse composta da almeno tre persone già esperte in blitz simili.

Ultimo aggiornamento: 15:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA