Imbrattati anche i giochi dei giardini: i baby vandali in azione a Offagna

Imbrattati anche i giochi dei giardini: i baby vandali in azione a Offagna
Imbrattati anche i giochi dei giardini: i baby vandali in azione a Offagna
di Giacomo Quattrini
4 Minuti di Lettura
Sabato 20 Agosto 2022, 08:00

OFFAGNA  - Anche in un borgo di duemila anime, dove si conoscono tutti e tutti sanno, accade che si finisca per essere in balia delle baby gang. Termine forse eccessivo in questa circostanza ma che denota bene la devianza presa da alcuni ragazzini che, non sapendo come trascorrere le serate estive in paese, si divertono a vandalizzare il bene pubblico ed anche privato.

Se nei giorni scorsi un residente di via dell’Arengo, il corso di Offagna per intenderci, aveva segnalato su Facebook, con tanto di foto, i danni provocati ai vasi che teneva sul davanzale della finestra, non causati dunque da auto incaute ma da mani volontarie che li avevano gettati a terra, ora a finire sui social sono le foto dei giochi imbrattati in un’area verde pubblica.


La denuncia sui social
A segnalare l’episodio pubblicando le immagini sul gruppo Facebook del paese è stato il consigliere comunale di maggioranza Tiziano Bregagna, che definisce gli autori degli sfregi come “artisti” e che già a fine giugno aveva postato altre foto di imbrattature commentando: «Veramente un peccato rovinare un luogo di gioco e aggregazione per bimbi e adolescenti». La sua collega di maggioranza Valentina Marinelli, condividendo la richiesta di alcuni residenti di illuminare meglio il parchetto, evidenzia: «Qui si tratta di chiedere ai propri figli di uscire allo scoperto perché stiamo cercando di ripensare nuovi spazi e lo dobbiamo fare coinvolgendo gli stessi ragazzi che saranno gli utilizzatori, rendendoli anche responsabili delle loro azioni. Spero che ci sia una presa di posizione anche delle famiglie e vorrei

che si facesse proprio un incontro per conoscere da vicino le loro esigenze e le loro aspettative. L’educazione parte da lì. Vediamo se riusciamo a fare qualcosa di più». 


L’ex candidato a sindaco Alessandro Desideri, consigliere della lista di minoranza Offagna per Tutti, commentando il post rivela che la stessa notte, ormai qualche giorno fa, «questi fantastici ragazzi hanno scavalcato il recinto delle scuole e hanno pensato bene di rompere una finestra dello stand del rione Torrione e portarsi a casa qualche ricordino. Forse nessuno ha spiegato a questi giovani che questo comportamento non è più catalogabile come vandalismo o ragazzate, ma rientra nella categoria del furto con scasso». Il consigliere, già vicesindaco nella giunta Gatto, assicura poi che «le autorità sono state avvertite e verrà fatta regolare denuncia». Proprio l’ex sindaco Gatto, ora consigliere di minoranza, aggiunge: «La denuncia deve servire per risarcire i danni. Vorrei sapere cosa pensa l’amministrazione comunale e quale iniziativa vogliono intraprendere visto che dal punto di vista del turismo non è una bella immagine».
La proposta
La proposta della consigliera di maggioranza Marinelli è che «i ragazzi ora verranno invitati a ripulire, contemporaneamente cercheremo di trovare spazi idonei a farli esprimere senza deturpare». Altri disagi nel borgo medievale erano stati segnalati al cimitero, dove spesso avvengono furti di fiori, forse più dispetti che altro, comunque episodi che destano allarme e che hanno spinto il sindaco Ezio Capitani, già dall’anno scorso, ad installare le prime telecamere di videosorveglianza. Altre dovrebbero arrivare a breve.

© RIPRODUZIONE RISERVATA