Due vigilantes per la sorveglianza del litorale. Riattivato anche il servizio di guardia medica turistica

Venerdì 17 Luglio 2020
Due vigilantes per la sorveglianza del litorale. Riattivato anche il servizio di guardia medica turistica

NUMANA  - Guardie giurate sulle spiagge libere per monitorare il rispetto delle regole anti-Covid. Sono due i vigilantes dell’istituto privato Suretè da oggi in servizio con una postazione fissa nel tratto non attrezzato di arenile davanti a piazza Miramare, in centro a Marcelli, e in quello fra gli stabilimenti Crystal e Capannina nella zona sud della Litoranea, dove si sono registrate le maggiori criticità da quando è iniziata la stagione balneare. 

LEGGI ANCHE:

Un uomo tenta il suicidio con il gas di una bombola: 50enne salvato dai carabinieri

«Abbiamo potenziato il servizio con la presenza stabile di due addetti alla sicurezza per una vigilanza ulteriore sulle spiagge in cui si è resa necessaria maggiore attenzione, che devono rimanere libere e gratuite ma soprattutto sicure» spiega il sindaco Gianluigi Tombolini. Garantire un servizio efficace sulle 17 spiagge libere, potendo contare principalmente sull’impegno dei volontari Guardiafuochi, non si è rivelata un’impresa facile per l’Amministrazione comunale che pure ha disposto controlli con gli agenti di Polizia locale. In spiaggia domenica scorsa sono arrivati i carabinieri della stazione locale e il personale della Capitaneria di Porto, operazione che verrà ripetuta nel corso dell’estate ma che non può tradursi nella presenza costante delle forze dell’ordine sulle spiagge. 

Se il comportamento della maggior parte dei bagnanti è guidato dal senso civico, lo stesso non può dirsi sempre dei più giovani. Non c’è fine settimana in cui non arrivino ai centralini delle forze di polizia richieste di intervento da parte di villeggianti che lamentano assembramenti e il comportamento scalmanato di gruppetti di ragazzini. 
L’ultimo episodio giusto sabato scorso. Prima la zuffa tra un minorenne e tre camerieri nata da un diverbio sulla pulizia di un tavolo del bar di uno chalet, accanto ad una delle spiagge libere. Poi, in serata, il regolamento di conti finito con sei persone in ospedale e l’intervento dei carabinieri. Oltre ai vigilantes, il sindaco annuncia anche la riattivazione del servizio di guardia medica turistica a Marcelli. A differenza degli anni scorsi, quest’anno l’Asur Marche non aveva infatti previsto il presidio di continuità assistenziale, la cui sede più vicina era a Sirolo. «Ci siamo immediatamente attivati per il suo ripristino - dice Tombolini - e grazie alla Regione Marche e all’assessore Pieroni, a partire dal 14 luglio, fino al 31 agosto, dalle 10 alle 18 nello stabile di via Eolie, 9 sarà attiva la guardia medica che potrà essere contattata anche telefonicamente allo 071.7391408». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA