Va in giro nonostante il coprifuoco, la Finanza gli trova in casa un etto di droga

Una pattuglia della Guardia di finanza durante un controllo
Una pattuglia della Guardia di finanza durante un controllo
di Chiara Marinelli
3 Minuti di Lettura
Venerdì 27 Novembre 2020, 03:00

CIVITANOVA - Controlli antidroga da parte dei militari della Guardia di finanza, finisce nei guai un trentaseienne che vive a Civitanova. L’uomo era in giro nonostante il “coprifuoco” e quando i finanzieri lo hanno fermato non ha saputo giustificare i suoi movimenti. Inoltre, ai militari è apparso decisamente troppo agitato, tanto da destare il sospetto che oltre alla violazione della clausura ci fosse qualcos’altro. Da qui è scattata la perquisizione in casa, dove sono stati trovati cento grammi di hashish

LEGGI ANCHE: 

 

Nel corso di una serie di controlli sul territorio, che hanno come obiettivo il contrasto dei traffici illeciti in genere e la verifica del rispetto delle prescrizioni in materia di contenimento della diffusione dell’epidemia da Coronavirus, da ultimo rafforzate in seguito a quanto concordato con il prefetto di Macerata, Flavio Ferdani, in sede di comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica, i finanzieri della Compagnia di Civitanova, guidati dal comandante Tiziano Padua, hanno fermato e controllato l’uomo 36 anni, di origini campane ma residente a Civitanoiva, disoccupato già noto alle forze dell’ordine, in quanto gravato da diversi precedenti penali. Il controllo è avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì, nel quartiere di San Marone. Le contraddizioni emerse nelle giustificazioni fornite dal trentaseienne ai militari che lo avevano fermato e il suo atteggiamento tutt’altro che sereno hanno convinto i finanzieri della Compagnia di Civitanova ad approfondire il controllo e ad effettuare, con l’ausilio dell’unità cinofila antidroga, una perquisizione nella sua abitazione. 

L’intuizione delle Fiamme Gialle era giusta. All’interno di un mobile del soggiorno, infatti, i finanzieri hanno rinvenuto un contenitore con quattro panetti di hashish, per un peso complessivo di cento grammi, e 200 euro in contanti, ritenuti il provento dell’attività di spaccio. La sostanza stupefacente ed il denaro contante rinvenuti a casa dell’uomo sono stati sottoposti a sequestro, mentre il responsabile è stato denunciato a piede libero all’Autorità giudiziaria. 

L’operazione dell’altra notte si inserisce, come detto, nel più ampio dispositivo di contrasto al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, un impegno costante della Guardia di finanza.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA