Nel cantiere della Quadrilatero pit stop per il Covid: ci sono 60 operai positivi o in quarantena

Domenica 28 Marzo 2021
Quadrilatero, pit stop per il Covid: addirittura 60 operai positivi o in quarantena

FABRIANO  - Sono oltre 60, tra positivi al Covid e contatti in quarantena preventiva, gli addetti del cantiere Quadrilatero (SS 76 e Pedemontana Fabriano-Muccia) che non lavorano. I primi dovranno attendere il tampone negativo di guarigione, gli altri osservare il periodo di isolamento sperando di non positivizzarsi. Quasi tutti i casi accertati sono asintomatici.

LEGGI ANCHE:

Sos Covid nel cantiere della statale 76: scoppia un focolaio, positivi 16 operai

 

 

Da ieri, però, per mancanza di turnazione h24, il cantiere che ruota su tre turni presso la galleria di Croce di Calle (secondo lotto Pedemontana, da Matelica a Castelraimondo) è stato chiuso. Tra i casi positivi e quelli in quarantena non ci sono i numeri necessari per garantire la corretta turnazione h24 e di conseguenza l’area è stata messa in sicurezza e in questi giorni non si lavorerà. Si va avanti, al momento regolarmente, invece, lungo la SS 76, tra Genga e Serra San Quirico. Nell’ultima settimana al campo base di Borgo Tufico sono stati fatti circa 300 test rapidi che hanno determinato inizialmente 16 casi positivi più altri che sono stati accertati negli ultimi giorni. Domani verranno effettuati nuovi test e si deciderà come programmare l’attività di cantiere in questo periodo dove, in mezzo, c’è anche la Pasqua. A Fabriano sono 600 le persone in isolamento, dato aggiornato dalla Regione ieri pomeriggio alle 17. Rispetto al giorno prima c’è stato un aumento di 13 unità. Di questi sono attualmente positivi in 365 (-2 rispetto a venerdì).

Il sindaco, Gabriele Santarelli, ha effettuato un sopralluogo al PalaFermi dove vengono somministrati i vaccini. «Sono capitati degli imprevisti e a volte non tutto è filato liscio. Negli ultimi giorni – dice il primo cittadino - ho visto che con il bel tempo alcuni, soprattutto gli accompagnatori, preferiscono aspettare fuori la palestra. Per questo ho chiesto di posizionare alcune panchine che abbiamo acquistato e che giacciono in magazzino in attesa di metterle nei parchi». Nell’area sono state installate anche tre telecamere di sicurezza. Intanto c’è da segnalare un caso di positività tra gli atleti della Ristopro. «E’ stata rilevata una positività nel gruppo squadra. Sia staff che giocatori sono in quarantena e sono già stati avviati i contatti con le autorità sanitarie per monitorare la situazione giorno per giorno» conclude, in una nota, la Janus Basket.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA