Casalinga picchiata dal marito, i vicini denunciano: adesso la 50enne è al sicuro in una struttura protetta

Venerdì 7 Gennaio 2022 di Marco Antonini
Casalinga picchiata dal marito, i vicini denunciano: adesso la 50enne è al sicuro in una struttura protetta

FABRIANO  - Una donna 50enne di Fabriano è stata trasferita in una struttura protetta: attivato il protocollo per le vittime di violenza domestica. Tutto è nato grazie alla segnalazione effettuata dai vicini di casa che hanno sentito rumori sospetti. Nei giorni scorsi gli agenti del commissariato di Fabriano, diretti dal Commissario Moira Pallucchi, sono stati allertati da alcuni vicini di casa di una coppia residente in una frazione che avevano sentito gridare. Così i poliziotti sono intervenuti e hanno soccorso una casalinga che era stata colpita con degli schiaffi al volto dal marito. 

 


A seguito della denuncia della donna, che temeva per la propria incolumità, è stato attivato il protocollo per le vittime di violenza domestica che ha consentito il suo trasferimento immediato in una struttura protetta. Sono in corso ulteriori accertamenti, anche sulla ricorrenza di certi episodi, che dovrebbero portare alla denuncia del marito per maltrattamenti. Grazie all’intuizione dei vicini che hanno compreso che c’era qualcosa che non andava e alla tempestiva chiamata al 112, la pattuglia è potuta intervenire subito. Questa non è stata l’unica operazione portata avanti dai poliziotti fabrianesi nelle ultime 72 ore. Nei pressi di un locale del centro, infatti, la volante ha identificato un giovane di nazionalità tunisina, di 35 anni, che, a seguito di un litigio con un connazionale per un vantato credito di 700 euro, aveva infranto il parabrezza e il lunotto dell’auto del debitore a colpi di pugni inferti a mani nude, provocandosi ferite alle mani per cui è stato necessario l’intervento dei sanitari.


Gli agenti sono riusciti a calmare gli animi dei due evitando che l’episodio potesse avere un’evoluzione più grave. L’autore del gesto è stato denunciato per rissa e lesioni. Nel corso dei controlli su strada, invece, è stato fermato un sessantenne della zona. Dagli accertamenti è emerso che l’uomo, pregiudicato per reati contro il patrimonio e gravato dalla misura di prevenzione dell’avviso orale, stava in compagnia di un altro pregiudicato, in violazione delle prescrizioni imposte con l’avviso orale. E’ stato, quindi, segnalato per un eventuale aggravamento della misura. In corso anche gli accertamenti per il rispetto della normativa Covid-19. 


Nell’ambito dei servizi disposti dal Questore Cesare Capocasa, sono stati effettuati numerosi controlli agli avventori e ai titolari delle attività commerciali che, contrariamente ai periodi precedenti, non hanno riscontrato violazioni alla normativa. Negli ultimi giorni particolare attenzione è stata rivolta alla prevenzione dei furti nelle abitazioni che durante le festività si sono verificati con maggiore frequenza. Identificate 113 persone e 51 veicoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA