Inchiesta “Ghost jobs” nel Comune di Ancona, rinviati a giudizio l'ex assessore Paolo Manarini e l'ingegnere Maurizio Ronconi

Inchiesta Ghost jobs nel Comune di Ancona, rinviati a giudizio l'ex assessore Manarini e l'ingegnere Ronconi
Inchiesta “Ghost jobs” nel Comune di Ancona, rinviati a giudizio l'ex assessore Manarini e l'ingegnere Ronconi
2 Minuti di Lettura
Venerdì 29 Settembre 2023, 16:05 - Ultimo aggiornamento: 17:24

ANCONA - Due rinvii a giudizio nell'ambito dell'inchiesta “Ghost jobs” relativa ad una serie di opere di competenza comunale, che portò all'arresto dell'ex geometra comunale Simone Bonci: il gup di Ancona Carlo Masini ha rinviato a giudizio l'ex assessore comunale ai Lavori pubblici Paolo Manarini e l'ingegnere del Comune di Ancona Maurizio Ronconi. Il processo si aprirà il 10 aprile del 2024.

“Ghost jobs” , l'ex assessore Manarini e l'ingegnere Ronconi a processo nel 2024

Nell'udienza preliminare gli imprenditori Francesco Tittarelli, di Ancona e Tarcisio Molini, di Treia, sono stati giudicati con rito abbreviato e condannati rispettivamente a 8 mesi il primo e a un anno e 6 mesi il secondo.

Assolti perché il fatto non sussiste Giuseppe Francucci, di Cingoli, e Giovanna Procaccia, di Teramo. Hanno patteggiato condanne a 2 mesi Carlo Palumbi, a 40 giorni Marco Duca, di Cupramontana e l'ex geometra comunale Bonci ad 8 mesi e 10 giorni. Patteggiamento in continuazione con il filone della corruzione che si è già concluso per loro. Il gup ha infine stabilito il non doversi procedere per gli imprenditori Franco Scalzini, di Tolentino, Tiziana Tittoni, di Pergola e il geometra comunale Gabriele Gatti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA