Sfuma il sogno di un'altra finale per il Tolentino: il Fasano vince 4-0 dopo l'1-1 dell'andata

Mercoledì 12 Febbraio 2020
Un'occasione per il Tolentino nel corso di partita
FASANO - Niente da fare per il Tolentino, di scena a Fasano nel ritorno della semifinale di Coppa Italia di Serie D, dove inseguiva un’altra finale dopo quella vinta 25 anni fa con Castori in panchina. Allo stadio Vito Curlo si è ripartiti dall’1-1 dell’andata e i padroni di casa hanno vinto 4-0: dopo la prima rete segnata al 32’ da Rizzo con un colpo di testa, nella ripresa i pugliesi hanno preso il volo segando altre tre reti. Il tecnico cremisi Andrea Mosconi, oltre alle assenze di Tortelli e Capezzani, doveva rinunciare anche a Strano, infortunato dopo la partita di campionato contro l’Avezzano. In porta giocava Rossi, mentre in attacco insieme a Di Domenicantonio c’era Padovani, con Minnozzi pronto a entrare nel corso della partita.

Ha diretto l’incontro l’arbitro Andrea Calzavara di Varese insieme agli assistenti Giuseppe Lipari di Brescia e Michele Piatti di Como.  Rinviata a data da destinarsi l’altra sfida tra Folgore Caratese e Sanremese, in attesa del pronunciamento del Giudice Sportivo sul ricorso presentato dai brianzoli dopo la partita di andata finita 1-0 per la Sanremese, risultato ancora non omologato.

CITTÀ DI FASANO (4-4-2): 1 Suma; 2 De Vitis, 5 Rizzo, 6 Panebianco, 3 Pedicone; 10 Cochis, 4 Ganci, 8 Titarelli, 7 Corvino; 9 Diaz, 11 Gomes. All. Laterza
TOLENTINO (3-5-2): 1 Rossi; 2 Viola, 5 Labriola, 6 Laborie; 7 Mastromonaco, 4 Severoni, 10 Olivieri, 8 Pagliari, 3 Cerolini; 9 Padovani, 11 Di Domenicantonio. All Mosconi
ARBITRO: Calzavara di Varese
RETI 32’ Rizzo, 66’ Diaz, 77’ Serri, 85’ Cavaliere
Ultimo aggiornamento: 17:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA