Italia-Germania U21, Nicolato alla vigilia: «Ancona piazza importante che ritroviamo. Cheddira? Ha fatto la sua scelta».

Italia-Germania U21, Nicolato alla vigilia: «Ancona piazza importante che ritroviamo. Cheddira? Ha fatto la sua scelta»
Italia-Germania U21, Nicolato alla vigilia: «Ancona piazza importante che ritroviamo. Cheddira? Ha fatto la sua scelta»
di Peppe Gallozzi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 18 Novembre 2022, 14:08 - Ultimo aggiornamento: 21:31

ANCONA- E' stata la "Sala Conero" dell'Hotel Concorde ad ospitare questa mattina (18 novembre) la tradizionale conferenza stampa della vigilia del Commissario tecnico dell'Italia Under 21 Paolo Nicolato. Domani, allo stadio Del Conero (ore 17.30), la prestigiosa sfida alla Germania campione d'Europa in carica guidata dall'italo-tedesco Antonio Di Salvo che rappresenta uno snodo importante sotto tanti punti di vista. Anche per aver riscoperto Ancona, l'ultima volta fu nel 2008 (Italia-Israele 0-0, Qualificazioni Europee), che torna così alla ribalta nazionale dopo il ritorno tra i professionisti del Cavaliere armato dell'estate 2021.

LEGGI ANCHEL'Under 21 ad Ancona ritrova Carnesecchi: il portiere della Cremonese con la fascia al braccio?

 

Le dichiarazioni

«Quando si viene a giocare da queste parti fa sempre piacere - ha spiegato Nicolato - Ritroviamo una piazza calda come Ancona, un pubblico molto gradito e i nostri ragazzi hanno bisogno di tutte queste cose qua». Ci saranno tanti giovani sugli spalti (restano circa 500 biglietti di gradinata Neri disponibili su Vivaticket al costo di 5 euro più diritti, 1 euro per gli Under18):  «E ci fa molto piacere. L'orario in cui giochiamo è particolare e non sempre ci favorisce, oltretutto è anche sabato. L'ambiente può aiutarci, un buon gruppo queste cose le sente». Non è mancata una battuta sul capocannoniere della Serie B Walid Cheddira, cresciuto a Loreto e nelle Marche, che andrà al Mondiale con il Marocco: «Rimpianti? non mi pongo questo genere di problemi. Se è andato con il Marocco è perchè ha scelto in una determinata maniera. Tutto questo fa parte del nostro mondo, della globalizzazione, anche noi dobbiamo cercare giocatori con il doppio passaporto grazie all'aiuto della nostra area scouting federale». Nel pomeriggio, alle 15.30, la squadra ha sostenuto sul prato del Del Conero la seduta di rifinitura. I primi 15', come da normativa Uefa, sono stati aperti al pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA