Di Fabio si gioca già Piacenza-Samb nelle vesti di ex: «Chi perde va in crisi davvero»

Giovedì 20 Febbraio 2020
Guido Di Fabio, ex centrocampista di Piacenza e Samb
SAN BENEDETTO - «È un momento delicato sia per la Samb che per il Piacenza e la tensione sarà altissima. Credo che sarà una partita nervosa e le due squadre sanno che perderla potrebbe significare crisi totale». Guido Di Fabio, attuale allenatore del Castelnuovo, squadra abruzzese che sta conducendo in vetta alla classifica del campionato di Eccellenza, prevede quello che potrà accadere nell’importante sfida che domenica prossima, alle ore 15, al Garilli vedranno di fronte Piacenza e Samb, due formazioni nelle quali ha militato nella sua carriera di calciatore. Quattro stagioni nella Samb, tutte in serie B, dal 1983 al 1987, per complessive 100 presenze e due gol siglati. Con la compagine rossoblù ha praticamente iniziato il suo percorso calcistico.

«Sono due squadre che si trovano in difficoltà di risultati e sono chiamate a fare un certo tipo di campionato – dice Di Fabio - Il match di domenica prossima sarà molto delicato, dove la paura di perdere potrebbe farla da padrona. La Samb, negli ultimi tempi, è stata sfortunata. In alcune circostanze, pur giocando bene, è stata penalizzata dagli episodi e quando si perde viene meno l’autostima. Ha perso la brillantezza di inizio stagione ed ora la squadra deve stare tranquilla. Ci ha fatto vedere un ottimo calcio, ma credo che ci sia stato un calo fisico e quindi bisogna rimettere benzina nelle gambe. Mi piace Montero perché ha dato un’identità alla sua squadra e sono convinto che la Samb possa ancora dire la sua in questo campionato. Tutte le componenti che ruotano attorno alla Samb devono stare insieme per superare questo difficile momento».
© RIPRODUZIONE RISERVATA