L'allenatore Carlo Ancelotti accusato di evasione fiscale in Spagna

Lunedì 22 Giugno 2020
L'allenatore Carlo Ancelotti accusato di evasione fiscale in Spagna
Carlo Ancelotti è accusato dalla giustizia spagnola di aver nascosto al fisco una parte delle sue entrate, in particolare dai diritti di immagine, per circa un milione di euro. Questa mattina è stato avviato un procedimento a carico dell'ex allenatore del Real Madrid. La denuncia si riferisce a «due possibili reati contro il Tesoro relativi alle imposte sul reddito per gli esercizi 2014 e 2015», durante i quali il tecnico non avrebbe dichiarato «un totale di 1.062 milioni di euro», specifica una nota della procura spagnola.

LEGGI ANCHE: Abascal già all'angolo, l'Ascoli Calcio richiama in panchina Zanetti ma il primo tecnico della stagione si riserva di accettare

Un giudice dovrà quindi accettare di occuparsi del caso e, eventualmente, convocarlo. Ancelotti ha allenato la squadra di calcio di Madrid dal giugno 2013 al maggio 2015. Secondo l'accusa, avrebbe dichiarato gli stipendi ricevuti dal Real nel 2014 e nel 2015, ma non «le entrate corrispondenti allo sfruttamento dei suoi diritti di immagine, nonché quelle derivate dal suo rapporto con la società sportiva Madrid o quelli percepiti come conseguenza di contratti con altri marchi». Secondo il procuratore avrebbe fatto affidamento su una «complessa rete di società di comodo» per nascondere alle autorità fiscali spagnole l'identità del vero beneficiario di questo reddito. Ultimo aggiornamento: 15:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA