Tau, il teatro antico non passa mai di moda: 38 appuntamenti nei luoghi di interesse archeologico delle Marche

Mercoledì 23 Giugno 2021 di Chiara Morini
Il teatro antico di Urbisaglia

ANCONA - Torna il circuito Tau, teatri antichi uniti, che «porta il teatro classico nei luoghi di interesse archeologico» dice Gilberto Santini, direttore Amat, che col sostegno della Regione organizza la rassegna di 38 eventi 18 comuni. «Si fanno conoscere i luoghi magici del passato con spettacoli dal vivo» il commento dell’assessore regionale Giorgia Latini.

  
I volti noti
Parte Macerata, il 28 e 29 giugno, con l’“Eneide, la profezia del pendolo”, a cura di Luca Violini, tra le più note voci delle radio e televisioni nazionali. Lo spettacolo sarà poi replicato nel Chiostro di San Francesco ad Osimo (15.07) e in piazza San Francesco a Matelica (16.07). Aldo Cazzullo e Piero Pelù condurranno il pubblico dell’anfiteatro romano di Urbisaglia (3.07) e del parco Miralfiore di Pesaro (4.07) “A riveder le stelle” in uno spettacolo alla scoperta di Dante. Anche quest’anno gli appuntamenti del TAU a Castelleone di Suasa si uniscono con il festival Insuasa del Collettivo CollegaMenti, per quattro appuntamenti all’anfiteatro romano. “Troiane”, della compagnia Fools, andrà in scena il 15.07; il giorno dopo Anomalia teatro, con Debora Benincasa, porterà sul palco “Antigone. Monologo per donna sola”. “A.D.E. A.Icesti D.i E.uripide” è lo spettacolo di Liberaimago, in scena il 17.07, mentre il 18 tocca a La mansarda del Teatro dell’orco, con “Oscae personae”. Ritorno all’Eneide, e al II libro, per “La caduta di Troia” che Massimo Popolizio, tra i maggiori interpreti nazionali, reciterà sul palco dell’anfiteatro romano di Urbisaglia. L’inganno ordito ad “Anfitrione” sarà portato in scena da Debora Caprioglio e Franco Oppini, al teatro romano di Ascoli Piceno, il 22 e 23.07. 


Quest’anno torna Ancona, con il concerto di Remo Anzovino nella Corte della Mole Vanvitelliana (23.07), e il 24.07, ad Urbisaglia, anche Edoardo Siravo per “Prometeo”. Laura Morante porta la sua “Medea” al teatro romano di Falerone, il 28.07, nell’ex chiesa di San Francesco a Fano, il 10.08, e ad Ascoli Piceno, l’11 e 12 agosto. Daniele Pecci, con “La morte della pizia”, sarà nell’area archeologica la Cuma di Monte Rinaldo, e a Matelica, rispettivamente il 30 e il 31.07. L’area Archeologica di Santa Maria in Portuno di Corinaldo ospiterà la “Cassandra” di Elisabetta Pozzi il 30.07, Ascoli Piceno l’“Antigone quartet concerto” con Elena Bucci e Marco Sgrosso il 3 e 4.08, Pesaro “La sagra famiglia” con Paolo Cevoli il 5.08. Residenza di allestimento per il teatro Gentile di Fabriano, che ospiterà “Tutto brucia” di Motus, il 7.08.


I talenti marchigiani
Anche nel 2021 torna la stand up tragedy, con la rassegna “Epos. Visioni insolite di uomini, miti ed eroi”, che si aprirà il 1.08 a rocca Tiepolo di Porto San Giorgio, con Anita Caprioli che reciterà il testo di “Antigone” di Ali Smith. Stesso luogo per Edoado Ripani, il 7.08, con “Fratelli. Qual doglia incombe sulla mia citta”. I due Stefano, Tosoni e De Bernardin, saranno con “Castaway” a Matelica e ancora a Porto San Giorgio, il 10 e il 13.08, e poi con “La leggenda di un uomo straordinario”, il 20.08 ancora a rocca Tiepolo. Talenti marchigiani anche all’area archeologica di Sirolo, con Andrea Caimmi in “Enea profugo” il 09.07, a Caldarola con Isabella Carloni in “Circe” il 10.07, a Fermo, dove dal 31.07 al 2.08 Gabriele Claretti proporrà un’Odissea su un palco di 30 km, itinerante, in vari luoghi della città. Ci saranno anche Catà e Cecilia Menghini, per la lezione spettacolo del 05.08 a Matelica. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA