Dal Quartetto Werther all’Orchestra Popolare Italiana dell’auditorium Parco della Musica, sette super concerti ad Ancona con gli Amici della Musica

Domenica 9 Gennaio 2022 di Fabio Brisighelli
Il Quartetto Werther

ANCONA - Viviamo tempi difficili, per dirla con Bertolt Brecht, ma le nostre istituzioni musicali locali non demordono, e continuano a programmare per l’anno entrante. È il caso degli Amici della Musica Guido Michelli di Ancona, che hanno comunicato il loro programma concertistico per i primi mesi del 2022: 7 concerti da gennaio ad aprile che arricchiscono la seconda parte delle celebrazioni della loro centesima stagione concertistica. Gli appuntamenti di questa seconda tornata, realizzati in collaborazione con la Form-Orchestra regionale delle Marche, Marche Concerti e Politecnica delle Marche, si dividono tra il Teatro delle Muse e lo Sperimentale, con una tappa all’auditorium della Mole. L’orario d’inizio degli spettacoli è fissato per gli infrasettimanali alle ore 20; per quelli del sabato e della domenica alle 18.
Il cartellone
Piace la coincidenza dell’apertura di questa seconda parte della stagione con la celebrazione del Giorno della Memoria (mercoledì 26 gennaio alle Muse), un appuntamento che si avvale del patrocinio della comunità ebraica di Ancona e dell’Anpi e per la prima volta della collaborazione dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana. Si inizia con una prima esecuzione assoluta, con il brano originale “Vivi, vivi per sempre”, un melologo per quattro voci recitanti femminili e orchestra, che è una commissione d’opera degli Amici della Musica e della Form al compositore Luigi Sammarchi, su ideazione e adattamento di Guido Barbieri. Il lavoro è interpretato dalle allieve della Scuola di Teatro Garrone di Bologna, con la Filarmonica Marchigiana diretta da Jacopo Rivani.
I concerti dedicati a Beethoven
Seguono i due concerti di febbraio allo Sperimentale, legati al proseguimento dei due cicli dedicati a Beethoven: quello delle Sonate per violino e pianoforte, martedì 1 febbraio con il duo Francesco Senese-Andrè Gallo; domenica 13 febbraio con riguardo alle Sonate per violoncello e pianoforte (Francesco Dillon e Emanuele Torquati). Sabato 26, all’auditorium della Mole, l’ensemble Sonatori della Gioiosa Marca si presenta al pubblico con “Follie all’italiana”. E specificamente dedicato al repertorio popolare italiano è l’originale concerto di domenica 13 marzo alle Muse, con l’Orchestra Popolare Italiana dell’auditorium Parco della Musica diretta da Ambrogio Sparagna, forte di un organico di giovani musicisti di varie regioni tra cui le nostre Marche, con il Coro Popolare diretto da Anna Rita Colaianni. Domenica 27 marzo (Sperimentale) è poi la volta del Quartetto Werther (Misia Iannoni Sebastianini al violino, Martina Santarone alla viola, Vladimir Bogdanovic al violoncello, Antonino Fiumara al pianoforte). La stagione si conclude al Teatro delle Muse giovedì 14 aprile con un capolavoro assoluto di Bach: la “Passione secondo Giovanni”, interpretata dalla Corale Amerina, dal Coro da camera Canticum Novum, dall’Orchestra Barocca Incanto, oltreché da 6 voci soliste.
Gli abbonamenti
110 sono gli abbonamenti messi in vendita e garantiti in caso di riduzione delle capienze: dall’11 al 14 gennaio per i rinnovi; dal 15 al 20 per i nuovi abbonamenti. I biglietti per i singoli concerti sono disponibili dal 21.

© RIPRODUZIONE RISERVATA