Rossini chiuso per lavori, stagione allo Sperimentale: gente in fila dall'alba per gli abbonamenti

Domenica 19 Settembre 2021 di Elisabetta Marsigli
Rossini chiuso per lavori, stagione allo Sperimentale: gente in fila dall'alba per gli abbonamenti

PESARO - I primi fedelissimi sono arrivati alle 5 quando ancora non era nemmeno l’alba (alcuni con la sedia), in paziente attesa dell’apertura del botteghino del teatro Sperimentale per il primo giorno di rinnovo degli abbonamenti della prima parte di stagione che si svolgerà dal 30 settembre al 19 dicembre. Ma per rendersi conto delle dimensioni della coda bastava passare davanti allo Sperimentale a metà mattina con decine e decine di persone ancora in paziente attesa.

 

Una fila che riempiva via Rossini e i portici del palazzo del Comune, in piazza del Popolo, fatta di appassionati educati e rispettosi (mascherine a gogò in assenza di distanziamento) con una doppia interpretazione del fenomeno. 

I due aspetti

Da una parte la viglia di cultura, di spettacoli, di ritornare a vivere “dal vivo” i teatri, i cinema, i luoghi deputati all’arte, alla ribalta e al palcoscenico, dall’altra la paura di non trovare posto. A causa dei lavori in corso al teatro Rossini, relativi all’attesa ristrutturazione della Sala della Repubblica, la stagione si svolgerà al teatro Sperimentale ma, come ha già sottolineato l’assessore alla bellezza Daniele Vimini, l’Amat e il Comune sono «già pronti, in base alla risposta, ad aumentare ulteriormente le repliche a disposizione, affinché la nostra città resti fedele alla sua grande tradizione». Il problema è di cifre. Da una parte la passione, dall’altra la rigidità dei numeri che non permette molte capacità di manovra: la capienza dei teatri è del 50%, lo Sperimentale rispetto al Rossini ha qualche decina di posti in meno sulla carta, per cui non potrà contenere più di 250 spettatori all’incirca. Il Rossini poteva invece arrivare a oltre 300: numeri preziosissimi di questi tempi. Da qui la paura dei pesaresi abituali frequentatori di essere tagliati fuori dalla campagna abbonamento che ha portato ieri mattina a lunghissime code che sono durate per ore. Il desiderio di teatro è dunque più che mai vivo e questa prima parte dà spazio alla prosa, ma anche alla danza.

Il cartellone

Da Elena Sofia Ricci, diretta da Pier Luigi Pizzi, a Giuseppe Piccioni, da Simone Cristicchi a Eugenio Allegri; sul versante della danza spazio a alle coreografie di Virgilio Sieni, Cristina Morganti e Mauro Astolfi. Ad inaugurare la prosa sarà “La dolce ala della giovinezza” che vedrà Pizzi affrontare il dramma che Tennessee Williams scrisse nel 1952, con una straordinaria Elena Sofia Ricci nel ruolo della protagonista femminile. “Promenade de santé” (Passeggiata di salute) di Nicolas Bedos, sarà messo in scena dalla compagnia di Marche Teatro, con la regia di Giuseppe Piccioni. Dopo il concerto al Parco Miralfiore, Simone Cristicchi torna a Pesaro con “Esodo”, un racconto per voce, parole e immagini che trae spunto dalla vicenda storica contenuta nello spettacolo teatrale Magazzino18 di cui fu magistrale interprete. La stagione si chiude con il celebre monologo “cult” del teatro, “Novecento” di Baricco nella splendida interpretazione di Eugenio Allegri. Il trittico di danza prevede: la coreografia “Paradiso”, di Virgilio Sieni, Cristina Morganti con “Moving with Pina” e il coreografo Mauro Astolfi alle prese con “Vivaldiana”. Gli abbonati della passata stagione potranno esercitare il diritto di prelazione fino al 24 settembre, mentre dal 25 al 27 settembre saranno in vendita i nuovi abbonamenti, sempre al teatro Sperimentale. La vendita dei biglietti inizierà il 28 settembre, anche su vivaticket.com. Info: AMAT 071 2072439. Inizio spettacoli: feriali ore 21, sabato ore 19 (altra novità di questa stagione), domenica ore 17.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA