Marijuana nascosta nel bagno del treno: giovane pusher nigeriano recidivo condannato ed espulso

Mercoledì 27 Aprile 2022
Marijuana nascosta nel bagno del treno: giovane pusher nigeriano recidivo condannato ed espulso

PESARO  - La droga nel bagno della carrozza del treno, condannato con rito abbreviato. Il protagonista è un 21enne nigeriano che a inizio aprile era transitato in stazione a Pesaro con un regionale che stava arrivando da Piacenza. A Pesaro si è affacciato dalla porta del treno ed è stato notato dagli agenti della Polizia Ferroviaria.

 

I suoi movimenti hanno destato sospetti, così i poliziotti sono andati a controllarlo trovando nel bagno della carrozza una borsa. All’interno c’erano 170 grammi di marijuana. Con sé aveva anche 450 euro ritenuti collegati allo smercio di droga. Motivo per cui è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti. Il nigeriano era già stato arrestato il 5 febbraio scorso con l’accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. I carabinieri durante la perquisizione a casa a sorpresa lo avevano trovato mentre armeggiava con un bilancino di precisione per confezionare piccoli quantitativi di marijuana. Con sé aveva 60 grammi di stupefacente. Motivo per cui fu arrestato. Era stato destinato all’obbligo di dimora nel loro Comune del loro domicilio. Il giovane non ha perso il vizietto ed è stato beccato una seconda volta.

L’arresto a inizio aprile fu convalidato e il giovane era rimasto in carcere. Ieri mattina davanti al giudice monocratico il rito abbreviato. Il pm ha contestato il quarto comma chiedendo una condanna a 1 anno e 6 mesi. Il giudice ha condannato il nigeriano a 1 anni e 2000 euro di multa riqualificando il fatto come quinto comma, ovvero spaccio di lieve entità. Per il giovane è conclusa anche la detenzione in carcere, per lui è scattato il divieto di dimora e il nulla osta per l’espulsione. Era difeso dall’avvocatessa Cristina Barboni. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA