L’asilo nido da riqualificare con un terzo di posti in più: ecco le idee degli assessori Chiarabilli e Giombini

L asilo nido da riqualificare con un terzo di posti in più: ecco le idee degli assessori Chiarabilli e Giombini
L’asilo nido da riqualificare con un terzo di posti in più: ecco le idee degli assessori Chiarabilli e Giombini
di Roberto Giungi
3 Minuti di Lettura
Domenica 5 Giugno 2022, 10:20

FOSSOMBRONE  - «Per l’asilo nido “Silvano Federici” di Fossombrone abbiamo avviato l’operazione riqualificazione compreso il progetto di aumentare il numero dei bambini da 21 a 28 - sottolineano gli assessori comunali ai lavori pubblici Michele Chiarabilli e ai servizi sociali Laura Giombini -. Sono in fase di ultimazione i lavori di sistemazione e ristrutturazione delle aree esterne. L’intervento prevede la manutenzione straordinaria dei giochi presenti e soprattutto la sistemazione dei percorsi sensoriali esistenti con un investimento totale 11mila 700 euro». 

L’obiettivo non ha bisogno di spiegazioni. «Stiamo lavorando per un ambiente sempre più gradevole a misura di bambino. Il progetto è stato sviluppato in collaborazione tra gli uffici dei lavori pubblici, dei servizi sociali e la ditta Green Line Service srl che era stata incaricata con determina del 21 dicembre scorso». La notizia ancor più rilevante è che «in giunta stiamo studiando anche la possibilità di aumentare all’interno della struttura il numero dei posti, portandoli da 21 a 28 (7 posti in più, ovvero un terzo, il 33% ndr), al fine di garantire un servizio più ampio ed esteso alle famiglie. L’asilo nido ha rappresenta per Fossombrone una valida risorsa ed un servizio territoriale di alta qualità tanto che l’offerta del servizio spesso e volentieri non riesce a far fronte alla domanda».

All’assessora Giombini preme rimarcare che «negli ultimi anni le evoluzioni, i cambiamenti e le modalità organizzative sono state numerose, i progetti, le tipologie di offerta educativa e le modalità operativo - gestionali si sono ampliate e diversificate per stare al passo con i bisogni dei bambini, delle famiglie e del contesto sociale in cui l’asilo nido opera. L’approccio attuale è contraddistinto soprattutto dall’aspetto educativo ed evolutivo e non più soltanto da quello assistenziale nonché dal rappresentare un valido servizio a sostegno della famiglia per conciliare impegni di lavoro e per accompagnare l’evoluzione psicofisica dei bambini in un ambiente socializzante. E un servizio fondamentale che può essere maggiormente potenziato ed è per questo che l’amministrazione comunale ha deciso di investire maggiori risorse».

La struttura si presenta moderna, organizzata in tutti i comparti, con uno spazio verde ampio in un’area attigua al centro abitato ma rispondente alle necessità. Una notizia accolta con soddisfazione dalle coppie interessate. L’intero progetto sarà completato e funzionale con il nuovo anno scolastico. Un altro settore dei servizi sociale si appresta a rispondere al meglio alle varie richieste del territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA