Autovelox, c'è chi ne vuole di più. I residenti di Metaurilia li vogliono raddoppiare, ecco perché

Domenica 29 Maggio 2022 di Massimo Foghetti
L autovelox sulla statale Adriatica in funzione dal primo giugno

FANO - Serpeggia una generale soddisfazione tra i residenti di Metaurilia di Fano per l’entrata in funzione a partire dal primo giugno dell’autovelox installato dall’amministrazione comunale per costringere gli automobilisti che non osservano i limiti di velocità ad assumere un comportamento più prudente.


Problema anche a Torrette
La esprime per tutti Sonia Campanelli, una delle più attive protagoniste delle iniziative sociali della frazione.

 

«Questo – ha detto – è un primo passo per garantire la sicurezza di chi risiede lungo la statale Adriatica Sud, costretto fino ad oggi a sfidare i pericoli del traffico che, incurante della segnaletica, corre ad alta velocità. Siamo contenti, ma ci aspettiamo di più. Al momento l’autovelox tutela il tratto rettilineo dell’arteria che dal ponte sul Metauro giunge alla chiesa di Metaurilia e viceversa, ma c’è anche il tratto seguente che si spinge fino a Torrette, dove si affacciano numerosi camping, che ha bisogno di tutela».
Già al momento, non sapendo che l’impianto non è in funzione, gli automobilisti che percorrono la statale Adriatica Sud, notando i cartelli di avviso, riducono drasticamente la velocità, ma l’aumentano di nuovo oltre il limite quando si sentono abbastanza lontani dalla zona di influenza dell’apparecchio. Eppure il tratto seguente è ugualmente pericoloso quanto il primo. Bisognerà vedere ora in che misura le auto riusciranno a mantenere una velocità massima di 55 chilometri all’ora, che ad alcuni sembra troppo riduttiva per un arteria a lungo scorrimento. Forse se il limite fosse stato elevato a 60 si sarebbero salvati capra e cavoli. «In realtà – ha aggiunto Sonia Campanelli – non basta l’autovelox, la soluzione radicale del problema sta nella realizzazione della complanare che assorba tutto il traffico di attraversamento e lasci libera la statale Adriatica al traffico turistico e a quello locale. A questo proposito siamo in attesa che la Provincia presenti il piano di fattibilità all’amministrazione comunale, cosa che dovrebbe verificarsi entro il prossimo mese di giugno». 
Attenzione, dunque: da mercoledì prossimo chi supera i limiti di velocità sia a Metaurilia che a Cuccurano, lungo la Flaminia dove il problema è analogo ed è stato collocato un altro apparecchio, rischia di pagare grosse multe. Chi viene sorpreso a viaggiare a 110 chilometri all’ora, se di giorno, per esempio pagherà 845 euro; se di notte, 1.126,67, avrà 10 punti decurtati dalla patente, con la sanzione accessoria della sospensione. La cifra si riduce a 543 per un superamento di giorno di 40 chilometri, aumentata a 724 se l’infrazione viene commessa di notte. Per un superamento tra i 10 e i 40 chilometri all’ora, rispettivamente le multe si riducono ad un massimo di 173 e 230,67 euro; mentre per un superamento fino a 10 chilometri, si paga solo 42 e 56 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA