Al carnevale gli innamorati Paolo e Francesca in Paradiso: edizione estiva con 5 carri

Sabato 15 Maggio 2021 di Osvaldo Scatassi
La presentazione dei bozzetti del carnevale estivo

FANO - Paolo e Francesca in Paradiso, il Carnevale estivo di Fano rivisita la Divina Commedia. Il carro allegorico finanziato dal Comune di Gradara riscatta infatti i due amanti dannati e li fa assurgere entrambi al regno dei cieli. È una delle licenze scherzose che si prende la manifestazione, in programma negli ultimi due fine settimana di agosto. Ispirato alla figura di Dante Alighieri, per celebrarne in modo ironico e leggero i 700 anni dalla morte, il Carnevale estivo è stato presentato ieri in Municipio.

LEGGI ANCHE:

Fano, zona Laghi e strada statale: Ponte Sasso in una tenaglia, servono interventi per la sicurezza

 

Spettacoli di vario genere
«Non sarà un’edizione né folkloristica né ridanciana, però divertente e spassosa», ha garantito Maria Floria Giammarioli dell’Ente Carnevalesca, aggiungendo che si tratta di «una scelta ponderata per il doveroso rispetto verso l’attuale periodo». Non ci saranno sfilate in maschera, a ogni singolo carro sarà invece assegnata una postazione fissa, animata da spettacoli di vario genere. Il titolo della manifestazione, non a caso, è Carnevale E-statico. A proposito di bozzetti, ieri ne sono stati presentati sei.

Tre sono i vincitori scelti dal consiglio direttivo dell’Ente Carnevalesca insieme con l’assessore comunale Etienn Lucarelli: Fosforil di Mauro Chiappa, che tra l’altro propone un murale sulla Divina Commedia a cura di suo figlio Vincenzo e di Filippo Toscani; Lasciate ogni speranza a voi che… tirate di Luca Vassilich; L’Amor perduto… la perdizione” di Matteo Angherà. Li seguivano in classifica al quarto posto L’ignavo Gna fa, di Anna Mantovani, e al quinto Le Divine Vacanze Fanesi, di Isotti-Palamoni. Uno degli altri tre bozzetti riguarda appunto il carro di Gradara dedicato a Paolo e Francesca.

Il sindaco di Gradara
È stato il sindaco di Gradara Filippo Gasperi a rilanciare una scherzosa esclusiva: «Dante Alighieri si era sbagliato». Francesca è la figura centrale del carro: «Vittima di un complotto, è l’eroina della passione e dell’amore che non uccide, che non è possessività e che è invece massima espressione di libertà». Si merita il Paradiso. 


Della studentessa Matilde Parisi «il magnifico disegno», ha detto Giammarioli, riguardante il carro del liceo Nolfi Apolloni. Non parteciperà al Carnevale E-statico, perché il lavoro di allestimento inizierà proprio durante i mesi della stagione balneare. Un altro bozzetto presentato ieri si intitola Carnevale di Fano story. L’autore, Mauro Chiappa, progetta di trasformare l’ex carro del Pesce Azzurro in una sorta di galleria d’arte itinerante.
Ha detto Lucarelli: «L’amministrazione sostiene il carnevale estivo. In un momento così difficile e delicato, la manifestazione che più di altre ci caratterizza è importante e utile per promuovere la nostra città, per dare linfa al turismo e per aiutare le attività economiche».

I luoghi dell'animazione
Sassonia e centro storico di Fano si divideranno nell’ordine le quattro serate del Carnevale estivo. Le prime due, sabato 21 e domenica 22 agosto, sono in programma all’anfiteatro Rastatt, dove sarà posizionato il carro di Gradara, mentre all’altezza del club per anziani in viale Adriatico stazioneranno, uno di fronte all’altro, Carnevale di Fano story e Fosforil.  Stessa soluzione per Lasciate ogni speranza a voi che… tirate e per L’Amor perduto, invece da collocare all’altezza della pista di pattinaggio. I carri saranno posizionati uno di fronte all’altro per fare spazio alla platea, da dove il pubblico potrà assistere agli spettacoli: musica, satira, momenti comici oppure dibattiti.

Sabato 28 agosto il Carnevale estivo si sposterà in centro storico, dov’è prevista una grande caccia al tesoro, mentre domenica 29 prenderanno posto al Pincio: Lasciate ogni speranza a voi che… tirate e L’Amor perduto. In via Cavour ci sarà Fosforil; in piazza centrale il carro finanziato dal Comune di Gradara. Allestimenti anche in piazza Costanzi, piazza Andrea Costa e nella zona di Porta Giulia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA