Valentina Vezzali: «Non sono stata eletta, ho pianto un giorno e mezzo». Sarà ministro allo Sport?

Valentina Vezzali: «Non sono stata eletta, ho pianto un giorno e mezzo». Sarà ministro allo Sport?
Valentina Vezzali: «Non sono stata eletta, ho pianto un giorno e mezzo». Sarà ministro allo Sport?
2 Minuti di Lettura
Venerdì 30 Settembre 2022, 16:50 - Ultimo aggiornamento: 1 Ottobre, 08:10

ANCONA - Lo ha confessato senza nessuna remora o vergogna: «Ho pianto un giorno e mezzo per la mia mancata elezione. Facevo così anche dopo una gara andata male, con le lacrime risorgevo». Lei è Valentina Vezzali da Jesi, super campionessa di scherma che dopo il ritiro dalla pedana si è buttata in politica: eletta in Parlamento per la prima volta nel 2016 con Scelta Civica è stata  sottosegretaria di Stato alla presidenza del Consiglio dei ministri con delega allo sport nel governo Draghi. Alle recentissime elezioni Politiche si è candidata alla Camera con Forza Italia come capolista nel collegio plurinominale delle Marche e in quello del Trentino, ma non è stata eletta. 

Valentina Vezzali: «Io ministro? Chiedetelo alla Meloni»

Ospite di Un giorno da pecora, su Rai Radio1, parlando del suo futuro, la ex campionessa di scherma ha spiegato che «sicuramente darà il massimo per il mondo sportivo, e poi fare politica significa mettersi al servizio del Paese e fare le cose giuste per migliorarlo. Sicuramente mi metterò in discussione ancora e non è finita qui». Alla domanda se diventerà ministro dello Sport nel governo Meloni, Valentina Vezzali ha risposto: «Bisogna chiederlo alla Meloni. Siccome è donna punta sulle donne magari. Amo il mondo dello sport, è stata la mia vita e vorrei che potesse incidere di più in questo Paese, potrebbe essere una freccia al nostro arco per poterlo rilanciare»

© RIPRODUZIONE RISERVATA