San Ginesio, strage di maiali lasciati
senza acqua. allevatore denunciato

Mercoledì 11 Settembre 2019
Le indagini sono state condotte dai carabinieri forestali
SAN GINESIO - «Una grave situazione di degrado ambientale e di maltrattamento animale». È quanto sarebbe emerso dagli accertamenti effettuati dai carabinieri forestali di Macerata in un allevamento di suini nel Comune di San Ginesio. Una situazione che è costata al proprietario dell’attività la denuncia all’autorità giudiziaria per i reati di abbandono sul suolo di rifiuti speciali non pericolosi e abbandono e maltrattamento di animali. Ora rischia la reclusione fino a diciotto mesi o una multa fino a trentamila euro.
In particolare, secondo le indagini, i militari avrebbero riscontrato la fuoriuscita di liquame dalle vasche di accumulo delle deiezioni animali, tale da determinare un fenomeno di ruscellamento sul terreno sottostante. Contestualmente avrebbero accertato delle gravissime carenze riguardanti la custodia e il governo degli animali. Una situazione che è stata vagliata anche dal Servizio veterinario, che insieme ai militari dell’Arma, ha constatato la morte di cinquanta animali ritenuta riconducibile a un grave stato di disidratazione, dovuto alla mancanza d’acqua di abbeveraggio. © RIPRODUZIONE RISERVATA